Un talk per scoprire come prendersi cura del pianeta, parlando di ricerca, innovazione e sostenibilità. Planetek Italia celebra così i suoi 25 anni di attività. L’azienda barese, nata nel 1994 da un’idea di Giovanni Sylos Labini, Mariella Pappalepore, Sergio Samarelli e Vincenzo Barbieri, ha contribuito a rimodellare il futuro dell’osservazione della Terra, sempre più sofisticata e utile.

Un dibattito sui temi cardine dell’attuale dibattito mondiale: ecologia, sostenibilità, responsabilità sociale di impresa e welfare aziendale. Planetek Italia è una realtà tutta locale a vocazione internazionale. Attraverso le sue attività e tecnologie satellitari, Planetek ha avuto una crescita esponenziale e oggi punta sulla ricerca continua e sull’innovazione, produce servizi informativi utili alla società, per poter preservare le persone e la Terra.

L’appuntamento è a Bari, all’Archivio di Stato, con la presenza di importanti ospiti nazionali ed internazionali. A introdurre i lavori Mariella Pappalepore di Planetek Italia, con Giovanni Sylos Labini, Amministratore Delegato, con interventi di Eugenio Di Sciascio, vicesindaco Comune di Bari; Francesco Cupertino, Rettore del Politecnico di Bari; Sergio Fontana, Presidente Confindustria Bari-BAT; Giorgio Saccoccia, Presidente Agenzia Spaziale Italiana; Stephen Coulson, ESA – Agenzia Spaziale Europea; Luca Rossettini, D-Orbit e Rachel Maire, Planet.

Negli ultimi anni l’osservazione della Terra è diventata sempre più sofisticata dal punto di vista tecnologico, ma è anche diventata più importante a causa dell’impatto drammatico che la moderna civiltà umana sta avendo sul mondo, e della necessità di ridurre al minimo gli effetti negativi, insieme alle opportunità che tale osservazione offre per migliorare il benessere sociale ed economico.

L’azienda, grazie a una spiccata capacità di adattamento e di visione anticipata, è stata tra le prime ad adeguarsi alle esigenze del mercato e questo ha implicato una crescita continua sulle competenze tecniche e di scouting delle tecnologie. Obiettivo specifico dei soci fondatori è sempre stato e continua ad essere l’erogazione di servizi e prodotti esclusivamente nell’ambito della geomatica e dello spazio.

Per questo motivo Planetek Italia ha avuto l’ambizione di provare ad essere parte della soluzione, invece che essere parte del problema. Consapevoli che anche le imprese devono contribuire in maniera significativa al raggiungimento di obiettivi per coniugare sviluppo e sostenibilità, Planetek Italia ha avviato negli anni un percorso verso la sostenibilità di impresa, che l’ha portato nel 2008 ad adottare un sistema di gestione ambientale conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2004 e 2009.

L’atteggiamento assunto nello sviluppo sostenibile è stato suggellato dalle Nazioni Unite con l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile (Agenda 2030) la cui attuazione prevede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società, dalle imprese al settore pubblico, dalla società civile alle istituzioni filantropiche, dalle università e centri di ricerca agli operatori dell’informazione e della cultura.

La storia di Planetek è il risultato del percorso di quattro giovani lungimiranti e intraprendenti laureati, che con passione e professionalità hanno rimodellato il futuro dell’osservazione della Terra negli ultimi 25 anni.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here