Comdata gestirà il servizio di contact center per Inps-Equitalia. Nonostante il ricorso presentato da Transcom, Almaviva e Fastweb, il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha deciso che la vincitrice della commessa è Comdata-Network.

Resta però un punto interrogativo sul futuro dei dipendenti della Transcom, azienda che per anni ha gestito il servizio per l’Istituto nazionale di previdenza sociale. “Il primo luglio – scrivono i dipendenti – il sindacato ha comunicato la proroga di 6 mesi per la commessa Inps-Equitalia, salvo comunicazione del Tar. Il 2 luglio però il Tribunale Amministrativo ha pubblicato il respingimento dei ricorsi presentati da Transcom nella sentenza effettuata in data 28 maggio”.

“Giunta la notizia – continuano – il sindacato ci ha comunicato che Comdata-Network è ufficialmente la vincitrice dell’appalto e che l’azienda ha promesso di lavorare il prima possibile alla commessa. Ma c’è un offerta tecnica presentata all’ente che include i tempi di passaggio dal vecchio fornitore, ossia Transcom, al nuovo fornitore, Comdata, che è di massimo 3 mesi e oltre tale data, oltre al stipula del contratto che è di 30 giorni”.

“Al momento il sindacato ci ha fatto sapere che è in previsione un incontro tra loro e Comdata-Inps, con una possibile fase di trattativa al Mise. Non abbiamo info dettagliate su tempi, dove e quando avverrà il passaggio – concludono-. In più non si sa se la clausola sociale di salvaguardia, citata dai sindacati al momento della presentazione dei ricorsi, verrà applicata”.

In seguito le nota dei sindacati arrivate ai dipendenti.

GARA INPS – Nota Segreteria Nazionale (1 luglio)
———————————————

Comunicata oggi dall’Ente la proroga di ulteriori 6 mesi agli attuali fornitori del servizio (RTI Transcom – Almaviva – Covisian). Si tratta di una proroga che ha lo scopo di garantire la continuità del servizio verso gli utenti.

La formulazione utilizzata dall’Ente “salvo assegnazione gara”, la commessa potrebbe teoricamente passare al vincitore della gara anche prima del 31 dicembre 2019.

Dipenderà dalla pronuncia del TAR che deve ancora essere emessa e per la quale non è possibile ad oggi fare previsioni ne sui tempi ne sull’esito.

Gara INPS (2 luglio)
——————

Apprendiamo ora che il TAR ha respinto i ricorsi contro l’aggiudicazione della gara all’ATI COMDATA/Global Network. Attendiamo ora aggiudicazione finale da parte INPS

Sulle tempistiche invece, mi sento di dirvi solo questo: C’e’ una Rti, Comdata-Network, che e’ ufficialmente la vincitrice e che spingerà’ per lavorare la commessa il prima possibile;
c’e’ un’offerta tecnica da loro presentata all’ente, che include anche i tempi di passaggio dal vecchio al nuovo fornitore (massimo 3 mesi); C’e’ la fase di stipula del contratto; C’e’ in previsione un incontro tra Rti-inps e Sindacati che era stato gia’ richiesto; C’e’ una possibile fase di trattativa AL MISE. I tempi precisi non può’ saperli al momento NESSUNO, ma di sicuro ci sono soldi che si perdono….

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here