Ex Ccr, si è tenuto nella sede della Presidenza della Regione Puglia l’incontro convocato per il monitoraggio della stabilizzazione degli ultimi lavoratori delle ex Case di Cura Riunite, da ricollocare tra le Sanitaservice Brindisi e Bat, e il Policlinico di Bari al termine di una vicenda che dura ormai da 25 anni.

Al netto del confronto avvenuto tra tutti i convocati, dall’incontro è emerso il nulla osta, diciamo così, da parte della Regione alla stabilizzazione degli ex Ccr e dei lavoratori di Sanitaservice a tempo determinato. Dunque, grazie al fabbisogno nettamente superiore alle risorse presenti, ASL Brindisi procederebbe alla stabilizzazione di 10 ex CCR e 54 dipendenti a tempo determinato.

ASL Bat firmerà fra pochi giorni il nuovo patto di servizio con la Sanitaservice, procedendo anche in questo caso con le stabilizzazioni degli ex CCR e di lavoratori a contratto determinato. Per il Policlinico, la situazione si dovrebbe risolvere anche per i circa 90 ex CCR che vi lavorano, sebbene in stato di agitazione ormai da mesi. Tutto questo sarà affrontato la prossima settimana in Giunta Regionale.

“Va tutto bene – ha dichiarato il segretario regionale dell’Ugl Sanità, Giuseppe Mesto – ho però chiesto all’avvocato Ettore Sbarra e al dottor Giovanni Campobasso, presenti per la Task Force in rappresentanza della Regione, che tutto quanto discusso, quindi proposto e accettato, sia messo nero su bianco in una nota ufficiale scritta, sia per quanto riguarda la stabilizzazione degli ex Ccr che per i lavoratori a tempo determinato.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here