Ore ed ore sotto il sole ad aspettare che apra, file interminabili per avere un solo foglio e in più le uscite di sicurezza chiuse dalle serrande. Siamo al centro per l’impiego di Bari in via Devito Francesco e questa storia è roba di ogni giorno.

Rispetto ad altri paesi europei, in Italia per avere soltanto lo stato di disoccupazione bisogna mettersi con la santa pazienza e aspettare il proprio turno, e perché no, anche tornare il giorno dopo. Un modulo che in realtà, se il tutto fosse digitalizzato, sarebbe facile da scaricare da Internet.

Ma non soltanto gli utenti sono arrabbiati con un sistema che non funziona. Anche i dipendenti da anni chiedono computer nuovi, spazi più grandi e un gestionale di nuova generazione che possa facilmente generare il documento richiesto.

Un sistema che non funziona e la colpa non si sa di chi sia perché gli utenti incolpano il centro per l’impiego, i dipendenti invece puntano il dito contro il bando regionale. È uno scaricabarile continuo che non ha ne capo ne coda.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here