Per i 350 infermieri precari, tra Asl Bari e Bat, Policlinico di Bari e Oncologico, il contratto scade il 30 ottobre. Scadenza che però non pesa sul collo di alcuni infermieri di alcune Asl della Regione, a cui è stato prorogato il contratto fino al 31 dicembre. Ed è proprio questa la richiesta manifestata stamattina dagli infermieri aderenti all’Usppi, in protesta davanti alla sede dell’Asl di Bari, rivolta al neo direttore generale dell’Asl Bari Antonio Sanguedolce.

Il segretario generale dell’Usppi ha incontrato il direttore Sanguedolce chiedendo che vengano stabilizzati tutti i precari vista la forte carenza in alcune Asl. Lì’incontro però non ha dato i frutti sperati, infatti Sanguedolce ha ribadito l’impossibilità di prorogare i contratti.

Al momento gli infermieri aspettano di incontrato il presidente della Regione, Michele Emiliano che però afferma di non avere il potere giuridico per ordinare al direttore di accogliere la richiesta.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here