Si è parlato di agevolazioni, incentivi e strumenti del credito a Bari nel corso di un incontro organizzato dall’università eCampus su “Autoimprenditorialità – investire sul futuro”. La Puglia è infatti una di quelle regioni del Sud in cui il denaro purtroppo costa di più rispetto alle regioni del Nord. Siamo penalizzati sul fronte dell’accesso al credito.

“Le PMI e gli imprenditori – ha detto Michele Desario vice presidente di Confimprenditori Bari – sono attori cruciali per una crescita economica sostenibile e inclusiva. Tuttavia, le molte difficoltà che PMI e nuove imprese incontrano, in particolare nell’accesso al credito, ne limitano la capacità di contribuire all’innovazione, alla crescita e all’occupazione. Per chi vuol fare impresa oggi ed investire sul futuro, il nodo principale da superare è senza dubbio l’accesso al credito”.

“La nostra associazione – continua Desario – rappresenta gli imprenditori e liberi professionisti ed aiuta le imprese in una fase economica di ripresa lenta. Servono interventi per la ripresa. Le garanzie, il microcredito, il Selfiemployement, imprese a tasso zero ed il bando Nidi, hanno favorito il finanziamento delle nuove Imprese pugliesi che vogliono investire.”

All’incontro è intervenuto anche Cicalese di Eurofinance: “Prima di accedere ad un finanziamento è necessario comprendere la valenza del progetto e se conviene investire. Le startup danno la possibilità di accedere a finanziamenti agevolati, ma purtroppo le iniziative non sono adeguatamente supportate da ricerche di mercato, che garantiscono la sostenibilità dello stesso in termini di rendimento. Andrebbe preventivamente fatta un’analisi a monte attenta di quelle che sono le opportunità di mercato e sugli investimenti e reali possibilità che l’iniziativa ha di sopravvivere sul mercato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here