Il presidente del Consorzio del pane di Altamura accusato di contraffazione di un marchio per un banale errore tipografico. È quello che è accaduto a Giuseppe Barile, titolare della Barile S.r.l di Altamura e del panificio La Maggiore di Gioia del Colle, nonché attuale presidente del Consorzio di tutela del Pane di Altamura DOP, accusato dalla Guardia Forestale di frode nell’esercizio del commercio e contraffazione di denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari.

Il tutto nasce da un errore della tipografia che ha prodotto le buste di plastica dell’attività gioiese che, invece di riportare la scritta: “Pane DOP di Altamura”, recavano impresso: “Pane DOP di Gioia Del Colle”. L’errore è stato riconosciuto e la Guardia Forestale è tornata sui propri passi, ma questo disguido, sicuramente in sé spiacevole, ha portato anche una danno all’attività.

Noi abbiamo incontrato il signor Barile e il suo legale, l’avvocato Maria Desirè Montesano, per conoscere dalla loro viva voce i dettagli della vicenda e la situazione dal punto di vista giuridico.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here