Lo scorso venerdì a seguito di un incendio propagato in una baracca all’interno del campo nomadi di Stornara, nel foggiano, due fratellini bulgari di 2 e 4 anni sono stati trovati morti. Nella giornata di ieri si sono svolte le autopsie delle quali, al momento, si attendono gli esiti.

Tra gli indagati, secondo la Procura di Foggia, la madre dei due bambini con l’accusa di omicidio colposo. Il legale della donna, Roberto De Rossi, ha dichiarato: “È una madre distrutta e affranta da un dolore immenso, che fatica a metabolizzare quanto purtroppo accaduto. È la sofferenza più atroce, difficile anche solo da immaginare – aggiunge il legale – quella di perdere due figli così piccoli ed in quel drammatico modo”. La donna, infatti, sembra essere ancora sotto shock per quanto accaduto.