Omicidio avvenuto tra le baracche di Borgo Mezzanone, a Foggia, dove vivono circa 2mila migranti. In seguito ad un litigio, un 30enne nigeriano è stato accoltellato ad un braccio perdendo la vita.

Gli altri migranti hanno subito trasportato l’uomo alla postazione 118 più vicina, ma per  lui non c’è stato nulla da fare.

Sul caso indaga la Polizia, mentre i medici legali dovranno capire se la morte sia avvenuta a causa di un’arteria recisa o per altri motivi.