La lotta per l’eredità fa finire un intera famiglia di Martina Franca agli arresti domiciliari. La famiglia, composta da madre padre e figlio avrebbe perseguitato e vessato il fratello di lei a causa di un’eredità mancata.

I tre familiari lei, 53enne, il marito 56enne, e il loro figlio 28enne sono ritenuti responsabili, in concorso, di atti persecutori, violazione di domicilio, furto delle telecamere a vigilanza della proprietà del fratello, appropriazione indebita e occupazione abusiva di un villino con annesso complesso di trulli.

L’intricata vicenda è giunta al termine, per il momento, solo dopo la notifica dell’ordinanza di custodia cautelare per i tre indagati. Secondo la ricostruzione dei fatti, la faida nasce da una lunga diatriba che vede coinvolti i due fratelli e ciò che hanno ereditato. Nel corso della vicenda ci sono state diverse denunce reciproche e altrettanti interventi delle forze dell’ordine per cercare di sedare la situazione.