A Bisceglie è stato disposto il blocco dei ricoveri ordinari di ostetricia, pediatria, medicina, cardiologia, chirurgia, ortopedia e rianimazione dell’ospedale Vittorio Emanuele II e riattivato il Covid Hospital, già punto di riferimento nella prima fase dell’epidemia per la Asl provinciale.

I pazienti attualmente ricoverati saranno dimessi o trasferiti in un altro presidio ospedaliero per consentire l’attivazione di posti letto Covid.

“Considerando l’andamento epidemiologico della pandemia da Covid 19 abbiamo disposto che l’ospedale torni ad essere dedicato esclusivamente alla gestione dei pazienti con coronavirus”, ha spiegato Alessandro Delle Donne, direttore generale Asl Bat.

Al momento sono 19 i pazienti ricoverati nell’unità operativa di Malattie Infettive e 7 i pazienti presenti nell’area del Pronto Soccorso dedicata all’Osservazione breve intensiva. Gli attualmente positivi della Provincia Bat sono circa 420: i comuni che fanno registrare i numeri di positivi più alti sono Andria, Bisceglie, Barletta, Canosa di Puglia, Minervino e Trani.

Stando all’ultimo dato, aggiornato a ieri, sono 19 i pazienti Covid ricoverati nelle rianimazioni a fronte di 305 posti a disposizione in tutta la regione.

“Per il momento non c’è una forte pressione sugli ospedali, stiamo riuscendo a far fronte ai ricoveri Covid e non Covid senza difficoltà – le parole di Pierluigi Lopalco, capo della task force regionale per l’emergenza coronavirus e assessore regionale alla Sanità in pectore -. Nelle terapie intensive fortunatamente ci sono pochi casi, quindi abbiamo ampia disponibilità di posti letto e respiratori”.

“Ovviamente monitoriamo ogni giorno la situazione attraverso delle riunioni quotidiane con i responsabili delle strutture – conclude Lopalco -. Ci sono aree dove magari la pressione è maggiore, però con il mutuo soccorso riusciamo a gestire e ridistribuire i pazienti senza affanni. Un aumento dei ricoveri dalla fine dell’estate c’è stato, ma man mano che cresce il numero di pazienti noi riattiviamo i posti letto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here