(Vivalastrada.it)

“Non ci sono parole per esprimere il sentimento di dolore per la morte dei tre ragazzi nell’incidente avvenuto stamani sulla statale 170“. Così inizia il post del sindaco di Barletta, Cosimo Cannito.

La morte dei tre giovani ha scosso l’intera popolazione, soprattutto per la loro giovane età e per le circostanze dell’incidente. Ricordiamo che i tre viaggiavano in sella a una bici elettrica facendo ritorno da una festa. Per cause ancora in fase di accertamento, i tre sono stati travolti da un furgone che viaggiava nella loro stessa direzione. Pare che due dei ragazzi fossero di Barletta.

“Mi dispiace tantissimo per questi ragazzi, troppo giovani per morire, e per questo voglio dire ai loro coetanei – ammonisce il primo cittadino – state attenti, siate prudenti. A quell’età ci si sente invulnerabili, forti e non si fa attenzione, ma poi il dolore è grande davanti a una vita spezzata”.

“Contenere l’esuberanza dei ragazzi è difficilissimo – continua Cannito – ma è necessario dedicare loro attenzione, sempre, perché non ci sono orari o parti della giornata più pericolose o più a rischio di altre, e da parte di tutti, perché tutti siamo responsabili, non solo i genitori di ciascuno. Oggi piangiamo questi tre ragazzi e il dolore, per questo grave lutto, è di tutta la comunità”.

“Ai loro familiari, che stanno vivendo una tragedia immane, giunga il cordoglio mio personale e di tutta la città di Barletta” ha concluso il primo cittadino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here