Ad Andria i Carabinieri hanno tratto in arresto L.V., 36enne pregiudicato del luogo, dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella scorsa serata, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno focalizzato la loro attenzione in una nota via del centro storico, zona
purtroppo soggetta alle attività di spaccio al dettaglio a seguito di varie segnalazioni giunte da privati cittadini.

Qui hanno notato il giovane a bordo di un’utilitaria condotta da un altro soggetto. Il modus operandi è apparso subito chiaro: il ragazzo arrestato, poi risultato privo di patente di guida, riceveva le ordinazioni e, con l’aiuto dell’amico “tassista”, si muoveva per consegnare lo stupefacente. Così come è bastato poco ai militari per capire i movimenti loschi del soggetto, anche quest’ultimo si è accorto di essere sotto osservazione.

Ne è scaturito un inseguimento per le vie della città durante il quale L.V. ha gettato dal
finestrino tre involucri, prontamente raccolti dai Carabinieri e poi risultati pieni di cocaina. La successiva perquisizione personale ha permesso di rinvenire del denaro contante ed un telefono cellulare utilizzato per le ordinazioni e gli appuntamenti.

I militari hanno così deciso di approfondire il controllo, estendendo la perquisizione all’abitazione del pusher dove, occultato in un sottoscala, è stato rinvenuto un ulteriore involucro contenente altre due dosi di cocaina, del peso complessivo di tre grammi.

Il 36enne è stato quindi dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, mentre il suo autista è stato denunciato a piede libero.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here