Perseguitava un collega da circa tre mesi, nonostante il divieto di avvicinamento. I poliziotti della Questura di Taranto hanno arrestato un 28enne di Bari con l’accusa di stalking.

Dopo l’ennesimo episodio, la vittima, dipendente di un’azienda di spedizione al rione Tamburi di Taranto, ha chiamato il 113 in quanto il giovane si era nuovamente presentato sul luogo di lavoro.

Le minacce avevano generato nella vittima gravi stati d’ansia e di agitazione. Persistendo la violazione delle prescrizioni della misura di polizia, il 28enne è stato posto agli arresti domiciliari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here