Nove persone, di cui un maggiorenne e 8 minorenni, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato di Taranto e il Servizio Centrale Operativo di Roma, che hanno dato esecuzione ad altrettante ordinanze emesse dai Giudici per le indagini preliminari presso il Tribunale ordinario e quello per i minori nei confronti di un maggiorenne e di minorenni. Sono tutti ritenuti a vario titolo gravemente indiziati in concorso dei reati di tortura, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio aggravati, nei confronti Antonio Cosimo Stano, il 65 enne deceduto il 23 aprile scorso dopo essere stato picchiato e bullizzato da una baby gang a Manduria.

Le indagini sono stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Taranto, guidata dal Procuratore Carlo Maria Capristo, e dalla Procura della Repubblica per i Minorenni, coordinata dal Procuratore Pina Montanaro.

Stano è deceduto dopo che era stato ricoverato d’urgenza per astenia e stato confusionale; terrorizzato e in precarie condizioni igieniche e di salute, aveva deciso di rintanarsi in casa perché vittima di ripetute incursioni da parte di un gruppo di giovani che lo sottoponevano a pestaggi e torture. Fra gli episodi contestati anche quello avvenuto il 1 aprile ai danni di altro 53enne affetto da insufficienza mentale grave. Attirato all’esterno della sua abitazione in ore notturne, veniva violentemente colpito con calci e pugni per “puro passatempo”.

Il video che alleghiamo all’articolo è quello delle aggressioni diffuso dalla Polizia di Taranto e pubblicati dall’agenzia di stampa Vista.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here