Durante un servizio finalizzato a reprimere e contrastare i reati in materia di stupefacenti, ad Andria i Carabinieri hanno operato una perquisizione in un garage del centro cittadino, dove poco prima avevano visto entrare e uscire con fare circospetto, una persona. I militari, dopo aver pedinato per qualche centinaio di metri il sospettato, lo hanno fermato e sottoposto a un accurato controllo.

Nel corso di tale verifica S.A., 37enne pregiudicato del luogo, è stato trovato in possesso di un mazzo di chiavi, sul conto delle quali si è rifiutato di fornire valide spiegazioni. Gli approfondimenti sono così stati estesi al garage da dove S.A. era stato visto uscire furtivamente.

All’interno i Carabinieri hanno trovato circa 15 chili di hashish, divisi in 142 panetti; 1 chilo di Cocaina, 1 chilo di Marijuana, 700 grammi di eroina, nonché una macchina per sottovuoto e materiale vario per il confezionamento. Sempre nello stesso locale hanno rinvenuto anche 150 cartucce cal.12 opportunamente occultate, nonché 3,5 chili circa di tritolo, diviso in diversi contenitori, completi di miccia e detonatore innescati. Uno degli ordigni esplosivi, in particolare, del peso di circa 1,5 chili, era costituito da tritolo in polvere mescolato a viti e bulloni.

Il rinvenimento dell’esplosivo estremamente pericoloso ha richiesto l’intervento degli
artificieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari, che hanno disinnescato gli ordigni ed a posti in sicurezza.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, S.A. è stato arrestato per
detenzione illegale di materiali esplodenti e munizioni, nonché per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, associato alla locale Casa Circondariale.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here