La Polfer in azione alla Stazione di Bari.

La Polizia Ferroviaria, durante il periodo delle feste natalizie, ha intensificato le attività di prevenzione e repressione di fenomeni illegali nelle zone sensibili delle stazioni ferroviarie, a bordo dei treni delle tratte regionali e della lunga percorrenza diurna e notturna, e lungo le linee ferroviarie, avvalendosi anche dell’ausilio di unità cinofile antidroga e anti-esplosivo della Polizia di Stato.

Dal 18 dicembre al 6 gennaio, nelle stazioni di Puglia, Basilicata e Molise, sono stati identificati 7.152 persone sospette, di cui 929 stranieri, dei quali 1 rintracciato in posizione irregolare sul territorio nazionale, oltre mille persone controllate con a carico precedenti penali , controllati 88 veicoli; rintracciati 2 minori scomparsi; 5 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per la commissione di reati vari, di cui 3 in stato di arresto e 2 a piede libero; 17 sono state le sanzioni amministrative elevate.

Sono stati, inoltre, espletati 448 servizi di vigilanza nell’ambito degli Scali ferroviari viaggiatori e merci, mentre 30 sono stati quelli specifici di antiborseggio negli impianti F.S. e sui treni; su 131 treni viaggiatori del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna/notturna  (delle tratte Lecce-Bologna e Bologna-Lecce) è stata assicurata la presenza di 87 pattuglie della Polizia Ferroviaria e 43 sono stati i servizi di pattugliamento lungo le linee ferroviarie per il contrasto dei furti di cavi di rame in esercizio in danno delle Imprese ferroviarie.

L’attività della Polizia Ferroviaria, nel periodo delle festività, non si è improntata solo sulla prevenzione e repressione di fenomeni illegali, ma si è anche resa disponibile nell’aiutare chi ne aveva più bisogno. Persone in difficoltà, deboli, senza fissa dimora, che quotidianamente si aggirano nelle aree di Stazione sono stati aiutati dagli agenti. Nell’ultimo fine settimana un senza-tetto è stato soccorso e, tramite il servizio “118” immediatamente ricoverato ed operato d’urgenza al cuore.

A queste persone è stato offerto, il 19 dicembre scorso, presso la Stazione F.S. di Bari Centrale, il “Pranzo della Solidarietà”, giunto alla III edizione, organizzato dalla Polizia Ferroviaria di Bari con la collaborazione del Dopolavoro ferroviario, che ha avuto la testimonianza di un generale apprezzamento dall’opinione pubblica ed ha visto la partecipazione di circa 100 persone in stato di disagio. Particolarmente significativa e apprezzata è stata la presenza dell’Arcivescovo di Bari Bitonto, Mons. Francesco Cacucci.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here