Quattro persone sono rimaste uccise in agguato compiuto questa mattina a San Marco in Lamis, in provincia di Foggia, sulla sp272 a poca distanza dalla stazione ferroviaria. Le vittime sono cadute sotto una raffica di colpi d’arma da fuoco esplosi in circostanze non ancora del tutto chiare.

Nell’agguato sono rimasti uccisi il boss Mario Luciano Romito, 50 anni,  il cognato, Matteo De Palma, che gli faceva da autista e i due contadini, fatti fuori perché testimoni del duplice omicidio: Luigi e Aurelio Luciani, rispettivamente di 47 e di 43 anni.

Sul gravissimo fatto di sangue stanno indagando i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia.  Il ministro dell’Interno Marco Minniti presiederà domani a Foggia una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto della situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here