La deputata del Partito Democratico, Liliana Ventricelli, ha presentato un’interrogazione, con risposta in Commissione, ai ministri per le Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, e all’Interno, Angelino Alfano, per fare luce sulla sospensione dei servizi automatici di Poste Italiane in Puglia ed in provincia di Matera, territori in cui si registra una lunga sequenza di assalti esplosivi da parte di bande che mettono a segno furti. Poste Italiane ha infatti stabilito che nella regione Puglia ed in provincia di Matera i postamat saranno operativi soltanto durante gli orari di apertura degli uffici postali, per evitare ulteriori assalti criminosi, come quelli che si sono verificati nelle ultime settimane.

“Solo negli ultimi venti giorni, in tutta la regione i furti ai postamat sarebbero stati una ventina – sottolinea Ventricelli – e Poste Italiane motiverebbe la propria decisione con la necessità di garantire sicurezza, poiché tali episodi costringono alla chiusura degli uffici per riparare le strutture danneggiate e ciò provoca anche limitazioni ai servizi erogati all’utenza come il pagamento delle pensioni. Pertanto – aggiunge – ho chiesto ai ministri se siano informati della decisione di Poste Italiane e se non intendano intervenire per ripristinare i servizi per i cittadini anche nelle ore di chiusura degli uffici postali. Soprattutto, è importante porre un argine a questa illegalità diffusa e alla delinquenza nella regione Puglia perché non si deve consentire a queste bande di malviventi di averla vinta e di creare tali disservizi ai cittadini. Sono certa – conclude -, che gli inquirenti stanno lavorando con grande attenzione”.

L’interrogazione è stata sottoscritta anche dai colleghi del Pd Ludovico Vico, Michele Bordo, Gero Grassi, Salvatore Capone, Elisa Mariano, Federico Massa, Dario Ginefra, Alberto Losacco e Colomba Mongiello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here