L’avvocato Loveri procederà penalmente nei miei confronti e contro il Quotidiano Italiano. Saremo pronti a difenderci, evidentemente al contrario delle decine di persone che dichiarano di essere state truffate dal legale del Foro di Bari.

Il video rimane, perché come si fa in questi casi, siamo andati alla fonte diretta a chiedere spiegazioni e l’avvocato Loveri ha avuto la possibilità di rispondere direttamente alle accuse di Mario Arciuli e sua moglie Elvira. Non avesse voluto spiegare, Loveri avrebbe fatto meglio a salire in auto e allontanarsi, oppure barricarsi nel negozio della sua consorte.

Il video non lo rimuoviamo anche per un’altra ragione: a nemmeno 24 ore dalla pubblicazione, pezzo e filmato hanno raggiunto 40mila visualizzazioni e centinaia di condivisioni, ma soprattutto sono arrivate in redazione decine di altre denunce e segnalazioni. Un gruppo di persone che si ritiene truffato dall’avvocato Loveri, con studi a Roma e Milano, ma irrintracciabile a Bari, ha deciso di scrivere alla Procura.

Una lettera per riassumere le tante presunte truffe messe in piedi dal legale, che avrebbe il vizio di incassare ma non perorare le cause per cui prende la parcella, stando a quello che ci viene raccontato. Con alcuna di questa gente siamo tornati nello stesso posto dove avevamo incontrato il legale qualche giorno fa.

A Filomena Guerrieri sarebbero stati sottratti 5.000 euro come parcella della pratica per l’incidente stradale in cui era stato coinvolto il marito. Loveri, secondo le denunce raccolte, avrebbe poi sottratto 30 milioni delle vecchie lire alla signora Grazia Poliseno; 15.000 euro a Daniela Mele e suo marito; mille euro a un operaio licenziato e altri soldi a imprenditori di Lecce e pregiudicati, pagando per esempio tre Rolex con cambiali non ancora passate all’incasso.

Per molti il comune denominatore è il pagamento delle parcelle in contanti e la mancata restituzione dei documenti una volta venuto meno il rapporto fiduciario tra legale e assistito. La vicenda riserverà altri colpi di scena. Nella rete dell’avvocato Loveri, infatti, sono incappati anche colleghi, poliziotti, carabinieri. Restiamo a disposizione del legale, qualora volesse aggiungere altro rispetto a quando già detto nell’intervista, ma anche di chi ritiene di essere stato truffato, che può scriverci per raccontare la sua storia a bari@ilquotidianoitaliano.it o in privato sulla nostra pagina facebook. Vi terremo aggiornati.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here