La famiglia Chiarappa trova l’accordo coi Montrone e cede le azioni delle aziende del Gruppo Norba. Matteo, Maria, Michelangelo e Gianfranco vendono a 3,73 euro ognuna delle azioni complessivamente detenute (1.385.940), per un valore nominale di poco superiore ai 700mila euro.

Nei giorni scorsi agli azionisti è stato fatto recapitare il diritto di prelazione previsto dall’articolo 10 dello Statuto della società. Per il momento, anche in considerazione dell’andamento non certo lusinghiero delle aziende legate al Gruppo dei Montrone, nessuno si è fatto ancora avanti.

Chiarappa e Montrone, dissotterrando momentaneamente l’ascia di guerra, avrebbero trovato un accordo economico per il pagamento delle azioni ad un prezzo superiore a quello del valore nominale, con pagamento in comode rate.

Formalizzato l’acquisto, l’azienda potrà essere considerata non più solo di fatto, della famiglia Montrone. Secondo alcune indiscrezioni, non è del tutto peregrina l’ipotesi che circola ormai da alcuni mesi: la possibilità della vendita di Radionorba, fiore all’occhiello del gruppo.

Tra i più interessati all’acquisto ci sarebbe Mediaset, con cui il Gruppo Norba ha già un intenso rapporto di collaborazione. Si tratta tuttavia di una ipotesi non confermata. In ogni caso, con la vendita delle azioni dei Chiarappa, dopo una guerra senza esclusione di carte bollate, si chiude una lunga pagina legata all’emittente di Conversano, il cui futuro è tutto da scrivere.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here