Il secondo incontro con Ruggiero, il finto avvocato che sfila soldi ad ignari cittadini e commercianti con le scuse più disparate, è stato meno accomodante rispetto a quando ai nostri microfoni ammise di volersi attrezzare per restituire il denaro a chi glielo aveva prestato.

Ovviamente nessuno ha rivisto un centesimo. Non solo. Ruggiero non ha smesso la sua attività principale, anzi, dopo essere stato scoperto, da finto avvocato ha iniziato a spacciarsi operaio dell’Ilva.

Vi abbiamo dato conto di una decina di segnalazioni, ma chissà quante altre avrà portato a termine o solo tentato. Stamattina ci ha provato nel quartiere Japigia di Bari. Un nostro lettore ci ha messo sulle sue tracce e lo abbiamo raggiunto nel bar di una stazione di servizio dopo una lunga passeggiata, qualche richiesta d’aiuto agli increduli automobilisti e minacce a vario titolo, compresa quella di averci denunciato ai Carabinieri, oltre alle più classiche: “Vi spacco la telecamera” o “Vi vengo a prendere e vi rompo la faccia”. Nel video vi facciamo vedere com’è andato l’incontro.

print

7 COMMENTI

  1. Ma perché non chiamate subito i carabinieri e lo denunciate così se lo portano in caserma? Non capisco

  2. pensavamo li avesse chiamati lui. Ha minacciato un paio di volte di farlo.

  3. Lo so, lo so. Ci credo, eccome se ci credo. A un certo punto di questi dieci anni ha incontrato noi.

  4. Va a giocare alla sala giochi play games e milioner
    Antonio sta buttato sempre la

  5. Antò, io gli ho dato “in prestito” 20 euro…chiedigli quando me li deve restituire! 🙂 🙂 :)… l’appuntamento era alle 21.45 del sabato santo (forse non ha capito di quale anno il ragazzo!) vicino alla parrocchia Spirito Santo a Palo.
    Il problema è che me li “sfilati” da dentro la chiesa! È un genio Ruggero!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here