Torniamo ad occuparci della vendita di apparecchi per la purificazione dell’acqua e della ricerca di posti di lavoro come magazzinieri, segretarie, impiegati in amministrazione o nel settore delle risorse umane. Le oltre 41mila visualizzazioni e le centinaia di commenti ricevuti dalla nostra incursione nella sede di un’azienda “senza nome”, poi rivelatasi la Spai project srls, al quinto piano di un palazzo al civico 30 di largo Ciaia, a Bari, ci hanno quasi obbligato a prendere l’impegno di continuare nella nostra ricerca in difesa della trasparenza nel reclutamento di nuove figure professionali.

Alcune segnalazioni ci hanno portato al numero 5 di viale Solarino, per chi non lo sapesse il cosiddetto ponte del Policlinico. Non ci si può sbagliare in nessun modo. A differenza di quanto visto, anzi non visto in largo Ciaia, l’azienda è segnalata ovunque. Si tratta della Biosalus. Ci sono cartelli dappertutto che indirizzano il candidato al primo piano, dove c’è un’addetta all’accoglienza ed una segretaria.

Nonostante l’improvvisata, nessuno ha avuto difficoltà a parlare con noi. Al contrario di quanto accaduto nel precedente servizio, siamo stati portati in ogni ufficio, avendo avuto libero accesso anche nelle stanze dove si tengono i colloqui. Più della metà delle persone in coda sapeva attraverso il sito internet di cosa stavamo parlando: un corso di formazione per conoscere il prodotto e quindi dell’analisi dell’acqua, dell’affiancamento a un tutor per la vendita del depuratore, con gli appuntamenti segnalati dalle segretarie oltre a quelli individuati personalmente.

Durata del percorso? Variabile a seconda delle attitudini, in ogni caso dalle due settimane ai trenta giorni. Sedici sedi in tutta Italia, altre apriranno a breve, e poi una ventina di assunzioni a tempo indeterminato a Bari, di queste undici sono magazzinieri e addetti alle vendite. Biosalus, poi, è pure impegnata in un percorso benefico per portare l’acqua in zone dell’Africa in cui non c’è.

Il nostro viaggio nel settore continua. Se avete segnalazioni potete farle scrivendo a bari@ilquotidianoitaliano.it, oppure mandando un messaggio sulla nostra pagina facebook Il Quotidiano Italiano – Bari.

print

21 COMMENTI

  1. Finalmente, dopo tante chiacchiere inutili, la verità! Lavoro in questa azienda da 4 anni e posso parlarne solo bene per retribuzione, contratto di lavoro ed ambiente umano…niente a che vedere con le altre aziende del settore!

  2. Il commento qui sottostante mi sembra, più che un commento, un’intrusione pubblicitaria.
    La verità? Ma di quale verità parliamo scusate?
    I fatti della gente comune, quella onesta e con disperata voglia di lavorare, fatti ormai nauseanti di anni ed anni di raggiri non solo da parte mia, sono ovunque. Quella non sarebbe una verità?
    Anch’io ho fatto un colloquio con questi signori, non solo come Biosalus ma anche sotto altri nomi – Spai Project, Water Srl e tanti altri che ora mi sfuggono – che alla fine vendevano la stessa cosa: depuratori. I metodi di vendita son ben descritti ovunque ormai. Idem le assunzioni, che promettono sempre tutt’altro e che avvengono sempre con le medesime modalità. I capannoni, i famosi capannoni, vorrei tanto vederli: sono anni che nel corso dei vari colloqui tutte queste ditte – probabile che fossero la stessa sotto falso nome – sotto vari nomi parlavano di capannoni ma intanto da quel pezzo di strada passo sempre e dei famosi capannoni da costruire sul posto, tutt’oggi neanche l’ombra.
    La mia non sarebbe verità?
    L’ultimo colloquio di una di queste ditte di depuratori, da cui fui contattato pochi giorni fa, era in una via che nemmeno esisteva.
    Insomma, non so che dire tranne che mi han sempre fatto perdere tempo.
    Ma sì, tanto la mia non è verità.

  3. Come detto da qualcuno è molto probabile che dopo il pezzo alla Spai Project gli altri si siano messi in allarme. Non è stato scritto che quello che vedi è la verità. Il discorso è diverso. Quello che vedi è l’accoglienza che ci è stata riservata. Sono due cose diverse. Tant’è che il nostro viaggio all’interno di questo tipo di aziende, sentendo ovviamente anche chi è incappato nel raggiro, è solo all’inizio.

  4. Antonio Loconte si figuri, non mi riferivo all’operato di questa operazione allo scopo di indagare su questo tipo di aziende, con quel ‘La verità’ mi riferivo al primo commento qui presente, che onestamente mi puzza molto di intrusione pubblicitaria.
    Continuate così.

  5. La mia esperienza lavorativa con la Biosalus è ottima,ancora lavoro con loro, è una società giovanile e a 360 gradi limpida, una di quelle società che da una possibilità a chiunque voglia riscattarsi o iniziare ora a lavorare, cosa ormai rara in Italia, e proprio per questo che mi sto trovando benissimo con la loro politica aziendale!!

  6. caro Pio la biosalus 4 anni fa neanche esisteva, come fai a lavorarci da 4 anni non si sa.

  7. Nell’ intervista non dice che BIOSALUS assume solo i ragazzi che riescono a far vendere i loro depuratori alle famiglie????
    Non dice che se non vendi te ne ritorno a casa???
    Non dice che gli appuntamenti li prendono i ragazzi lasciano i recapiti telefonici dei propri famigliari???
    Sono solo delle MERDE, si fanno i soldi facendo un lavaggio di testa !
    Io ho visto padri di famiglia disperati andare lì per trovare un posto per magazziniere e poi si ritrovano a vendere i depuratori per i prorpio parenti!

  8. Sei solo una persona cattiva Antonio.
    Basta vedere su facebook la tua amicizia con il vero titolare dall’azienda Biosalus.
    Ti sei venduto e le giustizia divina vi punira’.
    Alla Camera di commercio di Bari ho fatto una visura camerale di entrambe le aziende ed ho letto che Biosalus ha 2 dipendenti e non come dice la mingherlona del video, addirittura 11 solo per il magazzino, mentre Spai Project ne ha 3 di dipendenti e tutti con contratto a tempo indeterminato.
    All’intervista di Spai Project siete arrivati come dei terroristi e ovviamente avete tagliato più della metà del video, colpevolizzando il metodo e spaventando i ragazzi.
    Anche loro ti hanno ripreso se non lo sai.
    A Biosalus, invece, che tra l’altro esiste da 20 anni, siete andati solo ora e senza colpevolizzare niente anzi facendo addirittura i complimenti. La verità è che a Bari da poco è nata una nuova azienda e ovviamente questo fa soffrire i vertici della Biosalus perché le sue sedi le fa aprire lontano lasciando per se una grande quantità di gente da reclutare e visto che ora c’è anche la Spai Project, la sofferenza è così grande che non sanno più cosa fare.
    Loro sono i primi a scrivere commenti negativi sulla Spai pur di farla chiudere non sapendo che non chiuderà mai e che a breve aprirà un altra sede a Bari San Paolo. Inoltre ho visto che Biosalus (pochi spiccioli di capitale sociale ) ha molti problemi con tutti mentre Spai Project nessuno .. andate a vedere alla Camera di commercio.
    Avete montato il video come volevate.
    Si vede che è tutto falso e che siete amici con l’amico m.m., amico di vecchia data.
    Bravissimi……..
    Dovevate farlo meglio l’inciucio con Biosalus.
    Comunque sappiate che…….. tutto continuerà in tribunale perché l’informazione deve essere vera, reale e non la schifezza che avete fatto.
    Caro Antonio mi sono informato anche su di te e ho visto che neanche tu hai un contratto a tempo indeterminato ma solo una partita Iva quindi non importante i bravi ragazzi. Chiedete scusa a tutti in pubblico e vergognatevi.

  9. Io risposi ad un annuncio come segretario e poi mi proposero in fase di colloquio un porta a porta per analizzare l’acqua in abitazioni private e vendere il depuratore. Alla mia obiezione sull’annuncio completamente diverso mi dissero che per archiviare una fattura dovevo prima conoscere e saper vendere il prodotto.

  10. pessimo articolo. vedremo presto pubblicità Biosalus sulla vostra testata?
    dite ” più di metà sapeva di cosa di trattava” detto così non sembra grave che una metà di candidati vada a fare colloquio per un lavoro ma poi quel lavoro non c’è perchè “le posizioni aperte al momento” sono magicamente cambiate dall’annuncio alla realtà. spesso nel giro di un solo giorno: dalla telefonata confermativa del colloquio in cui ti assicurano che no, non farai rappresentanza nè vendita, il colloquio lo fai da segretaria, non preoccuparti.
    Poi impari il gergo e i loro indirizzi e quando per sbaglio invii il cv capisci già dalla telefonata che è una perdita di tempo.
    cosa c’è di diverso ora? che hanno messo il nome vero sul citofono?prima era anche inquietante sentire le indicazioni per raggiungere la sede di turno.

  11. Nessuna pubblicità come non ne vede altri. Purtroppo la voce rispetto al primo articolo alla Spai Project si era sparsa.

  12. Come vede pubblico il suo commento. Sono amico di migliaia di persone su facebook. Detto questo ognuno è libero di pensare come crede. Dal canto nostro diciamo solo che ne arriveranno altri. Qualcuno sarà colto in fallo, perché magari non hanno visto. Altri no. Insomma non tutte le ciambelle possono uscire col buco.

  13. sono contento abbia compreso lo spirito del nostro operato. Tutti devono sapere come funziona il sistema, poi ognuno è libero di fare ciò che crede. Cambia la consapevolezza e a noi non sembra una cosa da poco.

  14. Buonasera ho visionato entrambi i video ed è palese che quello della biosalus è uno spot pubblicitario organizzato a tavolino , tutti pronti a ricevere le telecamere , sicuramente una buona pubblicità, immagino non a costo zero 🙂 .
    Conosco le dinamiche di lavoro di entrambi e posso dirvi che sono molto simili , ma possiamo anche dire che non solo a bari ma tutte le aziende di questo settore lavorano nel medesimo modo.
    Quindi è impossibile che una sia migliore dell altra, o peggiore.
    Lavoro da svariati anni in questo settore , ho gestito filiali per un gruppo importante in Francia ho deciso di ritornare nella mia terra e rimettermi in gioco e attualmente lavoro in una di queste due aziende
    Il mio commento è del tutto imparziale , ma obbiettivamente il video della biosalus non è del tutto reale.

  15. La cosa ha meravigliato molto anche noi, ma ormai c’eravamo è abbiamo corso il rischio. È andata così. Pazienza. Crediamo però di aver comunque dimostrato che il sistema utilizzato sia lo stesso per tutti gli operatori di quel settore.

  16. Sono venuti due signori a casa mia per fare 5 dimostrazioni che evidenziano lo stato pietoso della mia acqua nel rubinetto !!! Mi sono impaurita a morte ho visto con i miei occhi cosa mi sto bevendo tutti i giorni … quindi ho finanziato il depuratore … mi è stato chiesto un acconto di 100 euro che ho consegnato ai signori stessi a mano una volta finita la loro dimostrazione … la sera tornato mio marito a casa c’è stata una litigata perché non l’ho neanche interpellato … vabbè sorvoliamo … fatto sta che ho dovuto recedere il contratto …. per prendere i soldi ci hanno messo un battito di ciglia … per riprendere j 100 euro ho dovuto mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno a Bari … pagarla a mie spese (per 6 euro non muoio di fame , però il principio ) e sto ancora aspettando la loro chiamata perché dicono che mi accreditano i 100 euro sul c/c …. i 25 nominativi che ho lasciato a inizio appuntamento, mi avrebbero dovuto regalare un viaggio a Barcellona … non li ho mai più visti ne sentiti … sto tutt ora combattendo per quei 100 euro di acconto … simpaticissimi gentili ma come hanno sentito che volevo recedere il contratto mi hanno lasciato sguazzare nel fango da sola ! Veramente una vergogna fate pietà non ci si comporta così … mai più !!!!!!!! Tutte prese in giro esperienza pessima … se un domani avessi chiarito questa cosa con il mio compagno avrei pensato ad acquistar le il depuratore da loro perché mi sono informata privatamente e mi è stato confermato che è di ottima qualità ! Dopo questa mancata attenzione del cliente che purtroppo ha dovuto rifiutare … parlerò male di voi a tutti

  17. scusate ragazzi una domanda……Con i tuoi dati cosa ci faranno?
    sentivo che c’era qualcosa che mi puzzava

  18. Ma quale trasparenza!!! La Biosalus ha colonizzato il web!!!!! Hanno scritto centinaia di annunci su ogni sito dove cercano figure come impiegati amministrativi, magazzinieri, rappresentanti di apparecchi elettromedicali, assistenti risorse umane etc, sotto falso nome per addescare gente e far fare loro il colloquio per questi apparecchi dell’acqua. Avete scocciato!!!!! Basta!!!!! Voi potete fare il vostro lavoro ma smettetela con questa tattica del raggirare le persone. Scrivete cercasi venditore porta a porta per apparecchiature di depurazione dell’acqua, lavoro su provvigioni. Nessuno vi darebbe torto. Ma come vi permettete di prendere in giro gente che si impegna e cerca un lavoro serio!!

  19. stranamente tutte le recinzioni sono state fatte da persone che non hanno la foto del profilo , chissa’ perchè? metteteci la faccia quando commentate , io mi sono trovato bene e ho trovato un’ambiente familiare

  20. io mi trovo bene e mi sento in famiglia , hanno un’ottima formazione del personale , e se ci lavorano anche altre persone vuol dire che il lavoro lo danno e io ci credo altrimenti che ci lavorano a fare i dipendenti?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here