Nell’ambito del programma di iniziative organizzato per celebrare il trentacinquesimo anno del gemellaggio fra Bari e Canton (Guangzhou), già avviate con l’attivazione del corso di lingua cinese presso la scuola media San Nicola e la collettiva di maestri delle Accademie di Belle Arti in Cina “Axis of Time”, in corso nella Sala del Colonnato della Città Metropolitana di Bari, venerdì 12 novembre, nel Castello Svevo di Bari, s’inaugura la mostra “Side by side. Giovani artisti cinesi delle Accademie di Belle Arti in Italia”, promossa dall’Accademia di Belle Arti di Bari e curata dalle docenti Antonella Marino e Maria Vinella.

“Side by side” intende offrire un focus ravvicinato sulla sensibilità creativa degli studenti cinesi presenti in Italia. Nelle diverse sale del Castello, rese disponibili dalla Direzione regionale Musei Puglia, espongono circa sessanta giovani creativi, selezionati tra i tantissimi studenti cinesi che frequentano le Accademie italiane. I loro lavori, realizzati con molteplici tecniche espressive, fondono con peculiare freschezza il sostrato della millenaria cultura orientale con gli stimoli del contesto contemporaneo occidentale.

Ad essi si affiancano tre grandi installazioni realizzate a più mani dagli studenti cinesi di Bari (coordinati dai docenti Yi Xie, Raffaele Fiorella, Michele Giangrande). Una sezione speciale (coordinata dal prof. Liu Ke) è riservata ai video di dieci studenti dell’Academy of Fine Arts di Guanghzou.

L’opening della mostra prevede due momenti distinti, un’anteprima alla presenza del sindaco, delle autorità locali e cinesi coinvolte nel progetto e dei giornalisti, alle ore 11.00, e la sera, alle 19.00, l’inaugurazione ufficiale al pubblico, alla presenza delle curatrici.

“Il mese delle celebrazioni dell’amicizia tra Bari e Canton prosegue attraverso l’arte e siamo particolarmente orgogliosi di ospitare le opere dei giovani studenti cinesi nel nostro Castello, perché attraverso la loro sensibilità guardiamo al futuro e realizziamo una perfetta contaminazione tra la nostra storia e la nostra aspirazione all’internazionalità – commenta il sindaco Antonio Decaro -. Tra l’altro per noi questa è una doppia festa, perché l’iniziativa coincide con i 50 anni della nostra Accademia di Belle Arti che siamo lieti abbia accolto il nostro invito a fare sistema su questa grande opportunità di gemellaggio con la Cina. In questi giorni abbiamo avuto una serie di scambi con il sindaco di Canton, Guohui Wen, che ha molto apprezzato il nostro attivismo culturale in questa circostanza e ci siamo ripromessi di intraprendere un percorso di collaborazione in vista del 2022, anno della cultura e del turismo Italia-Cina, in cui speriamo di poter accogliere una loro delegazione e di suscitare l’interesse di tanti turisti e investitori provenienti da questa importante regione della Cina”.

“Abbiamo deciso di celebrare i nostri 50 anni con questa mostra che guarda all’Oriente e proietta dopo mezzo secolo di storia l’Accademia di Belle Arti nel mondo – commenta il direttore Giancarlo Chielli -: la nostra istituzione culturale ospita tantissimi studenti cinesi e ci prepariamo a sottoscrivere nei prossimi giorni un importante accordo di cooperazione con l’Academy of Fine Arts di Guangzhou, con cui pensiamo di istituire un premio artistico annuale. In quest’ottica di dialogo interculturale e istituzionale, la mostra si propone come luogo ideale e fisico di conoscenza e di confronto, che dalle arti visive si dirama alle ragioni specifiche e alle opportunità generali del rinnovato e prezioso rapporto culturale fra Italia e Cina, nel solco di un’antica amicizia tra i due Paesi”.

La mostra si avvale del patrocinio e della collaborazione di Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Bari, Direzione regionale Musei Puglia, Chinese Culture Promotion Society (CCPS), Aesthetic Education Alliance of Youth Artists, Guangzhou Academy of Fine Arts(GAFA), Hande Culture, International Urban and Regional Cooperation (IURC), Camera di Commercio Italo Orientale, Istituto per la Cooperazione con i Paesi Esteri, Sinoglobal Investments Advisory, Ufficio Nazionale del Turismo Cinese.

Gli artisti partecipanti: Chan Manhei, Chen Fei Ting, Chen Jianyu, Chen Shi Qi, Chen Tong, Chen Yaodan, Deng Qipeng, Ding Shaohua, Ding Xue, Dong Haruo, Fei Sifan, Feng Chutian, Ge Yi, He Quiyan, Hu Fany, Huang Mengwei, Lei Mengdi, Li Shanshan, Li Simeng, Li Yan, Lin Ruoxin, Liu Xiang, Yu Liu Xingy, Liu Xuanzhu, Liu Yongzheng, Liu Ziyu, Ma Yining, Ou Pinlian, Qin Le, Qin Xiaoyun, Shi Mengze, Shuai Zhangliang, Su Zinan, Tian Yupei, Wan Haoran, Wang Hui, Wang Qingzhi, Wang Xin, Wang Yiyi, Wu Geng Mo, Wu Mengyuan, Wu Tianchang, Xiao Li Jun, Yan Jing, Yang Xue, Yao Yuheng, Yong Wenxuan, Yuan Yuan, Zhan Yisheng, Zhang Haijiayi, Zhang Qi, Zhang Ting, Zhang Xinyu, Zhao Han, Zhao Yaxin, Zheng Hanyan, Zhu Hantao.  Sezione speciale GAFA Guangzhou Academy of fine Arts a cura del prof. Liu Ke: Gao Ziyi, Lee Zuxin, Li Yi, Liang Shiting, Lin Haomin, Lin Yuqi, Nie Qianjie, Xia Shiyao, Zhao Mengyao, Zhong Riying.