“Per me è un grandissimo onore consegnare a Ennio Morricone le chiavi della Città di Bari”. Con queste parole Decaro ha aperto simbolicamente le porte delle nostre case all’ineguagliabile compositore. Occasione della consegna è stata la decima edizione del festival del cinema di Bari, il Bif&st giunto alla sua decima edizione.

Chiavi della città, ampolla con la Manna di San Nicola ed una pergamena. Questi omaggi hanno dato il via al Morricone Day, una giornata tutta dedicata alla figura del maestro che presenta un legame profondo con il festival barese. Il Bif&st, infatti, presenta sin dal suo esordio un premio intitolato a Morricone a cui, quest’anno, è stata dedicata un’immensa retrospettiva e una mostra fotografica.

Il compositore non ha nascosto l’emozione ringraziando la città per l’invito rivoltogli e mostrando l’entusiasmo per il teatro riportato in fiore. “La prima cosa che mi viene dal cuore – ha affermato Morricone – dopo aver saputo della distruzione di questo straordinario teatro e della sua ricostruzione, è la prima volta che vengo qui: è bello constatare questo”.

Non solo Morricone sul palco del Politeama barese. Questa mattina, infatti, il Petruzzelli è stato omaggiato dalla presenza di altri tre premi Oscar: Nicola Piovani, Gianni Quaranta e Giuseppe Tornatore. Il Maestro tornerà ad incontrare il pubblico questo pomeriggio alle 18.30, al Teatro Margherita, dove con Giuseppe Tornatore interverrà alla presentazione del libro “Ennio. Un maestro. Conversazione” (ingresso libero). In serata, la cerimonia al Petruzzelli e la consegna del Fellini award.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here