Era il 9 aprile del 1945, due settimane prima della liberazione definitiva dell’Italia dall’occupazione nazifascista, quando una terrificante esplosione investì il porto di Bari e la città vecchia. Nel corso delle operazioni di scarico, alle 12, saltò in aria il piroscafo statunitense «Charles Henderson», carico di merci per le truppe alleate e di pericoloso materiale bellico, tra cui bombe d’aereo ed aggressivi chimici.

Per la seconda volta, dopo il disastroso raid aereo effettuato dai tedeschi il 2 dicembre del ’43, la città subì immani devastazioni e perdite elevatissime, 317 civili e migliaia di feriti, insieme all’intero equipaggio della nave, costituito da 13 militari e 35 civili. Ben 266 tra le vittime italiane erano portuali di Bari e di altre città della costa barese.

In occasione del 74° Anniversario di quei tragici eventi, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus ha organizzato un convegno all’Istituto Tecnico Economico e Liceo Linguistico Giulio Cesare di Bari, in collaborazione con l’Università “Aldo Moro”, l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e l’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea.

Il convegno sarà introdotto dalla professoressa Giovanna Piacente, Dirigente Scolastico dell’IISS Giulio Cesare, a moderare ci sarà la dottoressa Letizia Carrera, Ricercatrice Sociologia generale del dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Bari. Vato il panel di relatori, tra loro il professor Vito Antonio Leuzzi, Direttore IPSAIC di Bari, Luigi Nacci, Presidente Provinciale Bari dell’ANVCG, Pasquale Trizio, Presidente Associazione Marinai d’Italia, Giovanni Lafirenze, Responsabile del Dipartimento Ordigni Bellici Inesplosi ANVCG, e la professoressa Carla Onorato, Promotore di Pace ANVCG, con l’Orchestra della Scuola Media “MASSARI-GALILEI” di Bari.

“9 APRILE 1945 – 2019”
74° anniversario Esplosione nave Henderson Porto di Bari
ore 11
Istituto Tecnico Economico e Liceo Linguistico Giulio Cesare di Bari

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here