Accarezzare il conflitto nelle relazioni genitoriali, coniugali e parentali. Come superare la crisi delle relazioni che affligge l’odierna società? Superando i pregiudizi, la rigidità dei rapporti e focalizzando l’attenzione sulle dinamiche relazionali e sul dialogo educativo, ponendo al centro della propria formazione non l’autodeterminazione e la libera formazione dei propri desideri e interessi, ma l’imprescindibilità dell’altro da sé.

In una società multischermo caratterizzata dal pluralismo e dalla perdita di centro,
non è sicuramente facile orientarsi nel caos delle relazioni, soprattutto quando si parla
delle relazioni educative.

Questi i temi dell’incontro svoltosi a Bari presso la Sala Odegitria della Cattedrale. All’incontro ha partecipato il dottor Ezio Aceti psicologo esperto di problematiche familiari ed educative e Don Franco Lanzolla direttore diocesano della pastorale familiare nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’associazione Philos.

Le relazioni educative oggi, a causa degli innumerevoli stimoli provenienti dal
mondo virtuale hanno perso profondità, il ruolo della famiglia deve pertanto essere
ripensato alla luce dei bisogni dell’attuale società in cui i legami familiari risultano
fragili.

Il conflitto va quindi accarezzato, trasformandosi in un momento di confronto, di
crescita che pone un limite all’io iperbolico e aiuta le giovani generazioni a costruire
identità e rapporti interpersonali sani.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here