Ritorna alla grande la Banda di Acquaviva. Sabato 22 aprile, alle ore 18, in piazza Vittorio Emanuele II, si terrà la presentazione del Gran Concerto Storico Bandistico “Città di Acquaviva delle Fonti”. A rendere possibile questo rientro in grande stile è stato il lavoro di due bandisti di Noci, Daniele Maggipinto, presidente a capo della direzione amministrativa, e Giacomo Lasaracina, Responsabile Artistico e Vice Maestro. Nocesi anche i collaboratori Vittorio D’Onghia nonché Paola Sportelli, solista principale.

L’evento è stato concepito come un happening di piazza aperto a tutte le associazioni di volontariato e solidarietà operanti nel paese. Sarà presente anche il Consorzio Qualità Tipica Puglia che produce e promuove la Cipolla rossa di Acquaviva e i suoi trasformati.

Il nuovo complesso bandistico, erede della gloriosa tradizione acquavivese, diretto dal Maestro Dominga Damato, con un curriculum di esperienze di direzione che spaziano dalla banda di Squinzano fino all’Orchestra nazionale di Kiev, avrà un eccellente cast solistico, che annovera il solista principale Michele Fiorentino, suonatore di Filicorno sopranino concertista. Il concerto si aprirà con l’esecuzione dell’Inno di Mameli con la collaborazione degli alunni della classe di oboe della scuola media a indirizzo musicale Lucarelli.

Successivamente, il Gran Concerto Storico eseguirà aree tratte dal repertorio operistico italiano, da Verdi a Puccini. La splendida cornice in cui risuoneranno le note della banda sarà la Cassarmonica, completata nel 1930, sulla quale campeggia l’iscrizione latina “Laetare et disce”: rallegratevi e imparate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here