L’Instituto Culinario di Puebla, in Messico, vince il primo trofeo internazionale “Una vita in cucina”, organizzato dall’Alberghiero Consoli di Castellana. Nella città delle gotte sono arrivati alcuni dei migliori istituti alberghieri del mondo.

I messicani hanno vinto grazie a un dolce ispirato ai colori usati dalla pittrice Frida Kalho e ad un coniglio che evidenziava le tecniche di cottura ed i sapori degli ingredienti tipici messicani, come il peperoncino. Al secondo posto l’.I.p.s.s.a.r. Perotti di Bari, mentre sul gradino più basso del podio si è pizzato un Istituto del Michigan, nelgli Stati Uniti. Unidici le scuole in gara per il premio intitolato ad Angelo Cosoli, uno dei più grandi chef europei del XX secolo, fondatore dell’istituto alberghiero di Castellana, ormai 60 anni fa.

“Abbiamo lanciato una sfida che è stata raccolta”, ha detto il dirigente d’istituto Giuseppe Vernì, sottolineando le enormi competenze dei ragazzi in gara, che ha avuto come protagoniste assolute prorpio due ricette di Angelo Consoli: il “Coniglio ripieno alla casalinga” e le “Dita degli apostoli”. Cucina e pasticceria a confronto in un concorso che ha messo a dura prova lo stesso istituto alberghiero. A giudicare i piatti in gara una giuria composta da chef di fama internazionale. “Sono certo che il territorio e le istituzioni – ha concluso il preside Vernì – sapranno sostenere l’impegno di questi giovani perché a pieno titolo siano inseriti nel mondo del lavoro”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here