Ci vuole una vittoria per cancellare definitivamente dalla testa l’amara sconfitta del 31 luglio scorso. Il pugile barese Francesco Lezzi, a più di tre mesi di distanza dal suo ultimo match in casa contro Soufiene Ouerghi, ha deciso di tornare a combattere. Dopo un’estate passata in palestra ad allenarsi, grazie all’aiuto del suo primo maestro Pietro Sgaramella, con il quale Lezzi è tornato a prepararsi dopo un periodo di allontanamento, adesso il “Gladiatore del Libertà” è pronto per rimettersi in gioco.

Combatterà in trasferta, a Latina, il prossimo venerdì 20 novembre, contro il beniamino di casa Alessio Capuccio, pugile dei Superwelter classe ’89 che vanta all’attivo cinque vittorie, delle quali tre per ko, mentre una è la sconfitta. Lezzi si troverà dunque ad affrontare un pugile giovane ma esperto, contro il quale è vietato sbagliare, come sottolinea lo stesso Francesco. «Voglio questa vittoria per cancellare l’ultima brutta sconfitta e per ritrovare me stesso. Dopo il ko tecnico rimediato contro Ouerghi, tante persone mi hanno voltato le spalle, ma non il mio maestro, Pietro Sgaramella. Grazie a lui ho ripreso subito ad allenarmi e ho ritrovato fiducia nelle mie capacità. Sono motivato perché adesso ho di nuovo un team di livello che mi sostiene».

Il match contro Capuccio servirà a continuare la scalata nella classifica del ranking mondiale, non essendo valido per alcun titolo. Ma questo al pugile barese non importa. Fondamentale è tornare a casa con una vittoria, dimenticare il passato e soprattutto, dimostrare di saper reagire, come solo un gladiatore è in grado di fare.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here