Sarà proiettato per la prima volta a Polignano sabato 20 dicembre alle 19.30 nella ex cattedrale chiesa Matrice S.M. Assunta, il film “Storia di Giuseppe il falegname” da un soggetto, sceneggiatura e regia di Vito Lopriore, attore di origini conversanesi.

Il film, con le musiche originali di Michele Jamil Marzella, è stato girato lo scorso anno nel sito archeologico di Madonna di Grottole a Polignano, di proprietà della Fondazione Maria Rossi Onlus, in collaborazione con la MikArt Video di Michele Roppo.

Il racconto della vita di Giuseppe il falegname è tratto dai Vangeli Apocrifi dell’infanzia, frutto del laboratorio teatrale Talking lands II (2012 – 2013), il monologo narra la vicenda del falegname di Betlemme da un punto di vista inedito e particolarissimo, offrendo un quadro completo della figura del Santo e celebrandone la mitezza, la straordinaria umanità, il ruolo fondamentale di Giuseppe nella vicenda terrena del Cristo. Giuseppe, l’uomo giusto, interiormente preparato al messaggio nuovo, inatteso e umanamente incredibile, che gli verrà dall’Altissimo e come Maria non subisce il progetto salvifico di Dio, ma lo accetta in piena libertà, proferendo in silenzio, il proprio “fiat”, un uomo che a pieno titolo è invocato quale “Provvido Custode della Divina Famiglia”.

“L’idea del film – ha detto il regista Vito Lopriore –  nasce come naturale evoluzione del racconto teatrale, che è di per sé un fiume di informazioni e curiosità riguardanti la vita del Santo Giuseppe, e si pone l’ambizioso e necessario compito di interpretare, con le immagini e la colonna sonora inedita di Michele Jamil Marzella, la storia del prezioso custode di Cristo prima della Sua rivelazione al mondo”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here