L’Amiu spa in collaborazione con il Comune di Bari e la Vlll Circoscrizione (Libertà, Marconi, S. Girolamo e Fesca) ripropone lo scambio di merci varie fra cittadini: si potranno portare materiali e beni domestici, elettrodomestici, mobili, attrezzi da cucina, utensili, apparecchi elettronici, personal computer e materiale informatico, attrezzature per l’infanzia e altri materiali voluminosi, purché riutilizzabili.

Non saranno accettati, invece, rifiuti urbani non recuperabili, tossici, da demolizione e da costruzioni edili, indumenti usati, elementi sanitari, materiali pericolosi come solventi, vernici e acidi, carta chimica (da fax), carta copiativa, negativi fotografici o lastre per raggi X, farmaci scaduti, pile esaurite e qualsiasi altro materiale da scartare.

A fine giornata l’Amiu spa provvederà a rimuovere tutti i materiali rimasti per avviarli, dopo una ulteriore selezione, al riciclaggio oppure a dimora in discarica. A tutti i partecipanti sarà distribuita, sino ad esaurimento delle scorte, una originale eco shopper realizzata dalle detenute della Casa Circondariale di Borgo S. Nicola di Lecce

Il progetto “Prendere o Lasciare” è inserito nel settimo capitolo del programma di mandato di questa amministrazione comunale, dedicato alla Città giovane, e trae spunto dall’iniziativa Sperrmüll (sperrig + müll = enorme spazzatura), una misura adottata dal comune di Friburgo in Germania.

(Comunicato stampa del Comune di Bari)

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here