In collaborazione con:

Antonio Tempesta, Direttore Medico Unità Operativa Complessa di Urologia del Di Venere di Bari, è l’ospite in poltrona di questa nuova puntata firmata Doctor Smart. Nel salotto della medicina barese si parla di prostata.

“La ghiandola prostatica – ci spiega l’urologo – è un organo dell’apparato uro-genitale, presente da sempre nell’organismo, che si attiva nell’adolescenza e si trova al di sotto della vescica poggiata sul pavimento pelvico. Le dimensioni sono simili a quella di una castagna e intorno ai 40 anni può aumentare di volume. Questo ingrandimento è sintomo di infezione”.

“La prostata – continua il dottor Antonio Tempesta – è molto sensibile alle abitudini alimentari come ad esempio a cibi molto piccanti o speziati e all’abuso di alcol, a una vita sedentaria, all’uso frequente di cicli e motocicli ed è anche sensibile a una vita sessuale diradata. Grazie ad una corretta alimentazione e una attività motoria costante possiamo evitare di essere colpiti da una delle patologie che riguardano la ghiandola prostatica”.

“Le patologie che riguardano la prostata – conclude – in genere si presentano dopo i 40 anni ma in alcuni casi anche precedentemente. In totale sono 3: la prostatite, che può essere dovuta a una infezione batterica, ipertrofia prostatica benigna, dovuta a un ingrandimento della ghiandola e il tumore della prostata. Uno dei campanelli d’allarme che ci avvisano che qualcosa non va nella ghiandola è la disfunzione erettile, una patologia diffusa che può essere segno di problemi anche gravi”.

print

1 COMMENTO

  1. Complimenti per il servizio, davvero utile per ogni uomo che ha superato gli anta. Il dottor Tempesta è stato molto chiaro e smart. Pochi pensano agli stili di vita nocivi e una “birretta” sembra non possa far mai male.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here