Un apparente tranquillo viaggio di nozze in Thailandia che si trasforma in una serie di peripezie e di punti interrogativi inquietanti: è la storia di Sara e Jo, novelli sposi protagonisti del romanzo ”Almamala” dell’avvocato e scrittore barese Rocco Lombardi.

L’opera, presentata mercoledì sera all’Aq Design in via Giuseppe Capruzzi, è un noir di 128 pagine che gioca con la psicologia del lettore e si focalizza sull’eterna rivalità tra il bene e il male. Dietro all’illusoria felicità di Sara, imprenditrice esperta di odori, e Jo, militare americano, si nasconde un passato misterioso che viene a galla durante il racconto e che si intreccia con le contraddizioni del Paese asiatico.

I due innamorati, accompagnati in ogni sequenza narrativa da Gennaro, un vecchio professore universitario e dalla sua pipa, devono fare i conti con gli scheletri del proprio armadio e così l’incontro con il male è inevitabile. C’è spazio per una possibile redenzione? Basta il coraggio e la forza per misurarsi contro esso? Sono questi gli interrogativi posti dall’autore che ha deciso volutamente di concludere il romanzo con un finale aperto.

La scelta della location dell’Aq Design non è stata casuale: Lombardi ha voluto giocare con  i colori degli acquari, mettendoli in contrasto con il buio della strada di via Capruzzi con i negozi tutti chiusi, proprio per simboleggiare l’eterna rivalità tra la luce e le tenebre.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here