Luke Cage header

Luke Cage, nuova serie TV Marvel ha fatto il suo esordio su Netflix. Si tratta del terzo show prodotto dal sodalizio tra le due aziende, dopo Daredevil e Jessica Jones (e in attesa di Iron Fist, previsto per il 2017). Protagonista assoluto di questa storia è proprio il supereroe nero dalla pelle indistruttibile e dalla superforza che gli dà il titolo e che già abbiamo avuto modo di incontrare proprio in Jessica Jones.

Sono passati alcuni mesi da quando abbiamo visto Cage per l’ultima volta, e oggi lui è un uomo in fuga, in preda alla paura, che si nasconde da tutto e tutti (persino da se stesso). In una comunità come quella di Harlem, “quartiere nero” di New York e d’America per eccellenza, dove le prospettive sono pari allo zero e specie i giovani non riescono a trovare una via d’uscita che possa portarli a comprendere qual è il loro posto nel mondo, Luke potrebbe essere l’eroe di cui tutti hanno bisogno, che possa riportare la giustizia in una “terra di nessuno” nella quale tutti hanno una pistola ma non tutti una famiglia e dove gli abitanti sono comunque abbastanza (forse troppo) orgogliosi per chiedere aiuto a qualcuno. La domanda è: vorrà farlo?

In un’era nella quale la popolazione afro-americana vive una pagina davvero critica e drammatica della sua storia, con quotidiane notizie di violenze, ingiustizie e abusi di potere a suo carico che ci giungono d’oltreoceano, e dove abbiamo assistito alla nascita di Black Lives Matter, movimento attivista che lotta a gran voce contro il razzismo sistematico e istituzionale del quale la società degli USA sembra essere ancora impregnata, l’esordio di un prodotto mainstream come Luke Cage assume ingente importanza. È inoltre interessante quanto paradossale notare quanto questa precisa situazione socio-politica del 2016 sia idealmente simile a quella degli anni Settanta, periodo nel quale il personaggio di Luke Cage fu creato nei fumetti Marvel: era il 1972 quando il protagonista apparve per la prima volta sulle pagine di Luke Cage, Hero for Hire #1, creato dal genio di Archie Goodwin, John Romita Sr. e George Tuska. Era l’America post-Martin Luther King e Malcolm X, l’America nella quale il genere cinematografico noto come Blaxploitation spopolava, e i neri finalmente iniziavano a vedere i risultati sociali della propria durissima lotta. Oggi, qualcosa si è spezzato, qualcosa è cambiato, e gli afro-americani continuano a gridare perché i loro diritti siano rispettati da tutti.

Più che mai è dunque arrivato il momento di Luke Cage, il momento nel quale questo si erga come simbolo di un’intera comunità, mettendo da parte i propri demoni e diventando l’eroe che Harlem si merita, il riferimento per tanti giovani di colore che necessitano di speranza e di un riferimento, così come quelli che nel 1972 investivano i pochi propri risparmi per acquistare all’edicola di riferimento un numero del fumetto di Cage, per poter sognare anche loro, assieme al protagonista, di riscattare se stessi e la propria vita, di potercela fare.

 

Luke Cage posterSCHEDA TECNICA

Titolo: Luke Cage

Produzione: Netflix

Canale: Netflix

Cast: Mike Colter, Mahershala Ali, Simone Missick, Theo Rossi, Alfre Woodard, Frankie Faison, Frank Whaley, Erik LaRay Harvey

Genere: Action, Crime, Drammatico

Stagioni: 1 (in corso)

Episodi: 13 (a stagione)

Durata: 55 min. circa (a episodio)

Data di uscita: 30 settembre 2016 (prima stagione)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here