Todd Phillips, regista veterano che negli ultimi anni ha riscontrato un grande successo commerciale dirigendo la trilogia di Una notte da leoni, oltre a Parto col folle, tutte commedie demenziali e dissacranti dedicate a un pubblico maturo, cambia decisamente rotta rispetto al recente passato con il film Trafficanti (War Dogs), pellicola ibrida e singolare, che volge più verso il genere drammatico, abbandonando ogni facile comicità.

La storia di Trafficanti, ispirata a eventi reali, narra le vicissitudini di David Packouz ed Efraim Diveroli, amici d’infanzia ritrovatisi in età adulta nella Miami degli anni Dieci del XXI secolo, e divenuti trafficanti d’armi. Dopo aver chiuso oltre un centinaio di contratti per fornire armi a diversi acquirenti, compreso l’Esercito degli Stati Uniti d’America, per un valore complessivo di oltre dieci milioni di dollari, i due proveranno a portare a compimento il colpo definitivo della loro vita, facendo un accordo del valore di 300 milioni di dollari con il Pentagono per la fornitura di armi all’esercito afghano. Le cose non prenderanno una buona piega quando i due protagonisti saranno costretti a muoversi nell’illegalità, non riuscendo più a volgere a loro favore i tanti cavilli della legge americana e del diritto internazionale in materia di armi.

Come già accennato, in Trafficanti Phillips abbandona i toni scanzonati e un po’ dementi che tanto piacciono al pubblico generalista visti nei suoi lavori precedenti, per virare verso una storia dal registro più amaro, decadente e drammatico. Allo stesso tempo, in questa pellicola non vi è una completa inversione di tendenza, in quanto al centro della storia vi è sempre un rapporto d’amicizia viscerale tra uomini adulti, una bromance che alla fine si rivelerà fallace e anche un po’ penosa, con i due protagonisti disposti a tutto, persino a dimenticare la propria etica e morale, pur di riuscire a conseguire un ingente guadagno personale.

C’è da dire che la vicenda che ha visto protagonisti David Packouz ed Efraim Diveroli (storia sulla quale è facilissimo documentarsi in rete) ben si prestava a essere narrata in un film, per quanto incredibile è stata. Su di essa, Philipps decide di costruire un lungometraggio impostato in maniera piuttosto realistica, soprattutto per ciò che concerne i tempi del racconto. Trafficanti è un film che ha un andamento lento e volutamente cadenzato (forse a tratti quasi noioso), con alcuni picchi narrativi sempre funzionali a raccontare i fatti piuttosto che a sorprendere il pubblico, cosa che lo allontana dallo stile di Una notte da leoni, per avvicinarlo a recenti pellicole come The Wolf of Wall Street e La grande scommessa: storie di uomini che non sono eroi, che arrivano a dimostrarsi infidi e persino un po’ viscidi, disposti a fare di tutto per arricchirsi, passando sopra chiunque e sfruttando i tanti controsensi della legge americana.

Pregevole l’interpretazione dei due protagonisti, Miles Teller e Jonah Hill, grazie anche all’ottima caratterizzazione dei loro personaggi fatta in fase di scrittura: sostanzialmente la pellicola è costruita attorno a questi, impostata per metterne in risalto il loro gigantesco ego e le loro caratteristiche, senza operare un lavoro di mitizzazione degli stessi, ma anzi mostrandoli in tutta la loro “bruttezza”. A fare la parte del “leone”, in un film con protagonisti “cani” (i “war dogs” del titolo originale), è il personaggio di Henry Girard, interpretato da Bradley Cooper, il quale si dimostra però eccezionale per il ruolo di “nichilista assoluto” che riveste.

Quello che viene fuori è un film nudo e crudo, malinconico e triste, che fa partecipare lo spettatore alla parabola distruttiva di due moderni Icaro, i quali, desiderosi di volare troppo vicino al sole, finiscono per precipitare e schiantarsi dolorosamente al suolo. Del resto, si sa che chi gioca con il fuoco, anzi meglio con le armi da fuoco, si brucia inevitabilmente.

A conti fatti, Trafficanti è una pellicola molto apprezzabile e ben confezionata, un film quasi d’autore, che manca però di quell’appeal commerciale che ha reso Una notte da leoni un franchise di successo, ma che regala ai (pochi) spettatori un film solido e coerente.

 

SCHEDA TECNICA

Trafficanti posterTitolo: Trafficanti (War Dogs)

Regia: Todd Phillips

Sceneggiatura: Todd Phillips, Stephen Chin, Jason Smilovic

Cast: Miles Teller, Jonah Hill, Bradley Cooper, Ana de Armas, Patrick St. Espirit

Genere: Drammatico, Crime, Biografico, Commedia

Durata: 114 min.

Data di uscita: 15 settembre 2016

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here