I Carabinieri di Bari hanno arrestato uno studente di 19 anni ed un 49enne, custode dell’Università, per detenzione ai fini di spaccio di hashish. Il primo era “dedito” alla vendita di droga nelle scuole di Carrassi ed ora è agli arresti domiciliari, il secondo nell’ambiente universitario. Il ragazzo è stato fermato dalle Forze dell’Ordine che avevano notato movimenti sospetti fuori dalla scuola, infatti dopo il controllo è stato trovato con sopra 8 dosi di hashish, un bilancino di precisione e 950 euro in contanti. Per di più, nella sua abitazione è stato trovato in un clarinetto un panetto da 50 grammi di hashish nascosto e 12 dosi di quest’ultimo nascoste invece in uno zaino nella sua camera. Il giovane è stato costretto dal Gip a seguire le lezioni in Dad. Il 49enne residente a San Girolamo invece è stato arrestato dopo essere stato sorpreso con una dose di hashish nella cover del suo cellulare, per di più proprio fuori al suo luogo di lavoro. I controlli sono stati fatti anche nella sua auto e nella sua postazione di lavoro, trovando altre 7 dosi sempre di hashish. Il materiale per il confezionamento era nascosto nelle controsoffittature di un laboratorio di analisi. Anche l’uomo è ai domiciliari.