Quando decidiamo di andare fino in fondo difficilmente ci arrendiamo, ed è per questo motivo che torniamo a parlarvi della nuova casa degli orrori trovata a Modugno, e più precisamente nel quartiere Porto Torres.

I protagonisti della vicenda sono madre e figlio. Lui è un 20enne disabile e la sua tutela è nelle mani della madre che, viste le condizioni della casa, avrebbe bisogno di aiuto.

Le condizioni igieniche in cui vivono i due hanno lasciato tutti esterrefatti ed è per questo che noi ci siamo messi subito in contatto con l’amministrazione comunale ed in particolare con il sindaco che si è messo subito a disposizione, anche in tarda serata.

Siamo riusciti inoltre, grazie alle nostre fonti, ad entrare in possesso di documenti che testimoniano che i servizi sociali di Modugno conoscevano la situazione almeno dal primo gennaio 2020.

Ad allertarli fu il padre del ragazzo, ma da quel momento nessuno è più intervenuto. Non è certo questo il tempo delle polemiche, adesso è il momento di aiutare madre e figlio ad uscire da una situazione igienico sanitaria che è ai limiti dell’immaginabile.