Sale l’indice rt della Puglia. Secondo l’ultimo monitoraggio della Cabina di Regia, la nostra regione fa registrare un valore di 1.49, leggermente inferiore a quello nazionale pari a 1.57.

La Puglia rientra anche tra le 20 regioni a rischio moderato, mentre l’incidenza è ora di 238 casi ogni 100mila abitanti, secondo i dati aggiornati al 29 luglio.

Un trend che conferma la risalita della curva epidemiologica, come testimoniato anche dai numeri altissimi fatti registrare dal bollettino odierno.

Ma la Puglia ha ancora numeri da zona bianca e grande margine dalle soglie critiche fissate dal Governo. L’occupazione di pazienti Covid nella terapia intensiva è al 2,2%, mentre nell’area non critica è di 2,8%.

Numeri lontani dalla soglia del 10% per terapia intensive e 15% dell’area non critica. Insomma, tanti casi ma l’ospedalizzazione resta stabile grazie alla campagna vaccinale. E anche l’Europea premia la nostra regione, tra le poche ancora verdi in Italia.

La Puglia quindi resta zona bianca, sono tre invece le Regioni che tra due settimane rischiano di diventare gialle. A partire dalla Sicilia che sta all’8% per l’occupazione dei posti in area medica e 4,7 in terapia intensiva, alla Sardegna dove l’incidenza è altissima con 136 casi al giorno, 4,4 % in area medica e 4,2 % in terapia intensiva. A rischio anche il Lazio con 87,5 casi giornalieri, ricoveri nei reparti al 4% e 3,7 % in terapie intensiva.