L’avvocato Stefano Loveri, del Foro di Bari, é stato sospeso dalla professione forense per sei mesi, dal 31 marzo al 30 settembre del 2021. Il ricorso dell’avvocato non é stato accolto, rendendo così ufficiale e soprattutto pubblica la sospensione.

Ai lettori del Quotidiano Italiano diciamo, però, che lo stop dato a Loveri, non il primo della sua carriera, non é legato ai racconti sulle presunte truffe ai loro danni fatti dai coniugi Arciuli e da altri ex clienti delusi. La sospensione é stata decisa in seguito al comportamento scorretto di Loveri in un caso che lo riguardava personalmente.

A quanto pare sembra che l’avvocato, denunciato più volte al Consiglio di disciplina dell’Ordine, abbia portato nella propria abitazione il fascicolo della causa che lo riguardava.

Per le altre vicende legate ai nostri racconti Loveri risulta ancora indagato dopo la denuncia dei coniugi Arciuli. La coppia, ricordiamo, aveva instaurato un rapporto di fiducia con l’avvocato poi interrotto dopo che lo stesso aveva incassato 17mila euro senza difenderli in nessun procedimento. L’avvocato, inoltre, ci ha querelati e attendiamo anche in quel caso l’esito delle indagini, confidando nella magistratura e nella giustizia.