Tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, controlli a tappeto sono stati effettuati dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari su tutto il territorio della città metropolitana e nella provincia BAT per contrastare il fenomeno della detenzione e dell’esplosione di botti illegali durante le festività di fine anno.

A Modugno, i Carabinieri hanno arrestato un 48enne trovato in possesso di quasi 500 ordigni esplosivi del peso di 7,8 kg e un 44enne per spaccio di stupefacenti, trovato in possesso di 10 dosi tra marijuana, hashish e cocaina, oltre al materiale idoneo al confezionamento.

Inoltre è stato denunciato a piede libero un 61enne, pregiudicato, che trasportava senza averne titolo, sul furgone su cui viaggiava, 2 confezioni contenenti 20 petardi non di libera vendita, 2 batterie di tubi da lancio da 36 pezzi ciascuna e 1 tubo da lancio da 100 pezzi.

Un ragazzo è stato identificato a piede libero dai Carabinieri di Bari; sorpreso da una pattuglia, nel quartiere Libertà, a lanciare petardi, è stato trovato in possesso di 10 artifizi pirotecnici non di libera vendita, che alla vista dei militari aveva cercato di nascondere in un angolo della strada.

A Sannicandro, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero un 18enne trovato in possesso di 6 petardi di fattura artigianale, e di 1 cassetta di fuochi pirotecnici non di libera vendita.

A Bisceglie, D.T.R. e L.G., 35enni sono stati arrestati perché trovati in possesso rispettivamente di bombe carta e cocaina. Coadiuvati ai militari del Nucleo Eliportato “Cacciatori di Puglia” e dal Nucleo Cinofili di Modugno, i Carabinieri di Trani e Bisceglie hanno eseguito una serie di perquisizioni domiciliari, nel corso delle quali è stata rinvenuta, nella disponibilità di D.T.R., sostanza stupefacente di tipo cocaina per un peso complessivo lordo di 10 grammi circa che teneva all’interno di un locale a cui lui aveva l’accesso esclusivo, ove s’intratteneva con suoi conoscenti.

L.G., già deferito nel 2017 perché trovato in possesso di una bomba carta durante una competizione sportiva, è stato trovato invece in possesso di 25 bombe carta di produzione artigianale (tipo cipolla), del peso lordo cadauno di 180 grammi circa, 3 batterie di tubi da lancio, contenenti complessivamente 974 grammi di polvere da sparo. Sul posto sono intervenuti gli artificieri del Comando Provinciale Carabinieri di Bari che hanno attestato la pericolosità degli artifizi rudimentali e hanno messo in sicurezza l’area. I due arrestati sono stati rispettivamente tradotti presso il carcere di Trani e presso la propria abitazione.

A Trinitapoli, è stato arrestato dai Carabinieri della locale Stazione B.G., 20enne del luogo, trovato in possesso, nel corso di una perquisizione domiciliare presso la propria abitazione, di 30 artifici pirotecnici non di libera vendita, contenenti una miscela esplosiva complessiva di circa 1 kg e mezzo e di 9 ordigni artigianali di circa 1,2 kg complessivi. Il giovane è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here