Alle prime luci di ieri mattina i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Acquaviva delle Fonti hanno tratto in arresto il pregiudicato F.C.D., 42enne di Bari ma domiciliato in Modugno, per reati contro il patrimonio, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Bari su richiesta del Pubblico Ministero, il Sostituto Procuratore, Giuseppe Dentamaro.

L’uomo tratto in arresto, stando a quanto riferito nel comunicato stampa inviato alla nostra redazione dai Carabinieri, è gravemente indiziato dei delitti di tentato furto in abitazione, in concorso con altri tre individui travisati, e ricettazione di un’autovettura, provento di furto consumato in Bisceglie ad ottobre 2020. L’auto era nella disponibilità dei malfattori nel corso dell’evento delittuoso commesso in Acquaviva delle Fonti lo scorso novembre.

La misura cautelare è stata emessa grazie al prezioso contributo fornito dalle telecamere di videosorveglianza installate nelle adiacenze dell’abitazione presa di mira che hanno ripreso i soggetti durante le fasi dell’episodio delittuoso, consentendo ai militari di svolgere le opportune indagini che hanno condotto all’identificazione certa dell’arrestato tra gli autori dei reati.

L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bari, ove rimarrà a disposizione dell’A.G. procedente. Sono in corso accertamenti atti ad individuare i restanti componenti del gruppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here