Auto in doppia fila su entrambi i lati di via Papa Pio XXII a Poggiofranco, gente in attesa all’ingresso del locale, la folla che si è creata davanti al Ghiotto la sera della vigilia dell’Immacolata, non è passata inosservata. Tutti in attesa di poter ritirare i panzerotti evidentemente apprezzati.

Stante la situazione, sul posto è così arrivata una Gazzella dei Carabinieri; carte alla mano i militari hanno eseguito una serie di controlli per verificare il rispetto delle norme anti coronavirus. Da un paio di giorni buona parte della Puglia è in zona gialla, il timore niente affatto infondato, è che per qualcuno il passaggio sia percepito come un rompete le righe.

Abbiamo contattato il titolare dell’attività presa d’assalto: “Devo dire in sincerità che ci hanno aiutato, le persone si accalcavano all’ingresso e io personalmente mi sono occupato di farle aspettare fuori, di distanziarle, lasciandole entrare solo per le ordinazioni. Nonostante avessimo in cucina 20 persone al lavoro, non è stata rilevata alcuna violazione”.

“I Carabinieri sono tornati una seconda volta e li voglio ringraziare – ha sottolineato -, avremo servito 700-800 persone durante la serata. Abbiamo avuto un problema con un macchinario in cucina e questo ha rallentato l’attività – ha aggiunto -; per evitare che scattasse la violazione del coprifuoco ho mandato i clienti a casa e recapitato i panzerotti a domicilio gratuitamente. Ci siamo scusati con tutti per l’inconveniente e offerto un buono con uno sconto sul prossimo ordine”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here