foto di repertorio

Un uomo di circa 60 anni, residente a Gioia del Colle, che vive in casa col figlio positivo, è stato preso in carico intorno alle 9:30 di questa mattina e trasportato da un’ambulanza del 118 all’ospedale covid di Putignano, recentemente convertito dalla Regione, alla disperata ricerca di posti letto per fronteggiare la seconda prevista ondata della pandemia che ha travolto il sistema sanitario regionale come uno tsunami.

L’uomo, cardiopatico affetto da una serie di patologie, presenta uno storico clinico importante e a febbraio ha avuto una pesante crisi respiratoria. Arrivato al Pronto Soccorso, l’uomo è dovuto rimanere confinato in ambulanza e non sbarellato per almeno due ore; sembra infatti che gli sia stato negato il ricovero perché, pur presentando sintomi covid, non ha una attestazione di positività.

A quanto ci risulta si è generato una specie di stallo tra la centrale operativa del 118 e l’ospedale, che avrebbe anche rifiutando l’esame del tampone, mentre in ambulanza il paziente era attaccato alla bombola d’ossigeno. Alla fine l’uomo è stato trasportato e accettato al San Giacomo di Monopoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here