L’ingegnere Vincenzo Scicutella e il dottor Francesco Sivilli, rispettivamente Dirigente dell’Ufficio tecnico e vice sindaco del Comune di Palo del Colle all’epoca dei fatti, sono stati assolti definitivamente, dopo 7 anni, perché il fatto non sussiste dall’accusa di concussione tramutata poi in induzione indebita.

Secondo l’accusa i due avrebbero fatto pressione in più di un’occasione su un imprenditore edile per poter ottenere in cambio la promessa di denaro o altra utilità e imponevano l’ingegnere Antonio Amendolara, consigliere comunale del centrodestra, come direttore dei lavori.

Scicutella, difeso dall’avvocato Antonio La Scala, e Savilli, difeso dall’avvocatessa Angela Savilli, sono stati assolti con formula piena dal pm Minardi. Le indagini sono state condotte dal nucleo di Polizia Tributaria di Bari.

Prosciolto invece per prescrizione l’altro imputato Giovanni Cipriani, titolare dell’impresa Habitat di Cipriani Giovanni. Per gli altri due, Antonio Amendolara ed Elena Amendolara, a causa di un difetto di notifica il giudice De Cristofaro ha effettuato uno stralcio e ha trasmesso gli atti alla Procura per fissare l’udienza preliminare.

“Si chiude una brutta pagina della mia vita ma ero certo dell’esito perché mai ho fatto quello che ho fatto e per tanto, per l’onorabilità della mia immagine, querelerò chiunque mi abbia infangato attraverso l’esposizione di fatti mai successi”, ha dichiarato Antonio Amendolara.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here