“Per Ulaa è finita la sofferenza, ma il pensiero che le autorità competenti non facciano niente mi fa ribrezzo. Siamo in una città omertosa e gente come lui la deve pagare”. La cagnolina ha finalmente una nuova famiglia. La sua padrona, dopo averla tolta dalla grinfie di chi la maltrattava, ha deciso di sfogarsi e di divulgare il video in cui si vede ciò che Ulaa doveva subire ogni giorno. Il video non abbiamo voluto pubblicarlo perché, davvero, fa piangere il cuore. Lei seduta mentre lui la frusta con un bastone. Non c’è umanità negli occhi di chi l’avrebbe dovuta crescere con amore.

Adesso Ulaa è stata presa in affidamento dall’unica persona che ha deciso di denunciare quanto le accadeva ogni giorno. “Ho notato più volte l’abbandono in macchina, i maltrattamenti alla luce del sole per le vie di Molfetta, come ho anche notato l’indifferenza di chi ha il dovere e potere di intervenire. Decido quindi di rivolgermi alle Autorità competenti – spiega Mariagrazia – che di tutta risposta mi dicono che per procedere devo citare in giudizio il padrone della cagnoli. Lo faccio e mi offro anche come affidataria di Ulaa per evitare che venga messa in un canile fino al giudizio”.

“Nonostante stia vivendo in un momento molto frenetico, ho deciso di non voltare le spalle e di salvarle la vita. Sono diventata ufficialmente la sua famiglia, ma il suo ex padrone ha in casa un cucciolo di dobermann e un mastino napoletano di tre mesi. Secondo voi, è normale tutto questo? È normale che nessuno d’ufficio, prenda la situazione in mano nonostante le tante segnalazioni e denunce? – conclude -. Io non mi sento rappresentata da nessuno in questo momento, non ho più fiducia nelle autorità e non so a chi rivolgermi! Viviamo in una città omertosa che mi fa paura”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here