foto di repertorio

La Polizia Locale di Molfetta ha sorpreso senza mascherina 17 minorenni in un locale adibito a luogo di ritrovo. A darne notizia è lo stesso Comune.

“In 17, tutti minorenni, dopo essere stati censiti, hanno dovuto presentarsi nella sede della polizia locale accompagnati dai genitori per la verbalizzazione – si legge -.  Per ciascuno dei minori, così come prevede l’ultimo Dpcm, sono state elevante sanzioni per 400 euro (ridotte a 280 euro nel caso in cui il pagamento venga effettuato nell’arco di cinque giorni) che adesso dovranno sborsare mamma e papà. Sono anche in corso accertamenti anche sul proprietario del locale”.

Controlli analoghi sono in atto anche in queste ore. “Proseguono senza sosta le operazione di Carabinieri e Polizia Locale – fa sapere il Comune -. Diverse sono le sanzioni elevate a chi pur dovendo fare semplici gesti a salvaguardia della propria salute e di quella degli altri se ne infischia e mette a repentaglio la salute di tutti, nonostante i ripetuti richiami del Sindaco alla responsabilità consapevole, al senso civico nel momento in cui il comportamento individuale influisce sulla salute collettiva. E adesso arrivano le sanzioni”.

Nel mirino degli agenti luoghi di aggregazione improvvisati in locali che non sono in regola con le norme igienico-sanitarie e che di conseguenza non possono essere impiegati come luoghi di ritrovo. I controlli a breve riguarderanno anche banche, poste e tutti gli uffici che non osservano le norme anti covid in materia di assembramenti e di sanificazione delle tastiere di bancomat e distributori automatici.

“C’è massima attenzione al controllo dei luoghi al chiuso, dove non c’è adeguata aerazione e mancano i requisiti minimi igienico sanitari. D’altra parte – spiega l’assessore alla polizia locale alla protezione civile, Antonio Ancona – sarebbe un controsenso che consentissimo l’esistenza di circoli improvvisati con decine di ragazzi all’interno a fronte del sacrificio chiesto ai ristoratori di abbassare le serrande. Controlli sono in atto anche per verificare il rispetto delle disposizioni vigenti in materia sanitaria e si intensificheranno nelle prossime ore con massimo impegno e sforzo dei nostri agenti di polizia locale. Stiamo intervenendo anche nei luoghi aperti al pubblico, nelle piazze e nelle vie più frequentate, nonostante la difficoltà a controllare una città come la nostra”.

Sono state elevati anche altri due verbali, uno a carico del gestore di un bar, l’altro a carico del gestore di un ristorante/pizzeria, su 35 finora controllati, che non rispettavano quanto previsto dalle disposizioni anti covid in vigore. Sanzionate anche alcune decine di persone fermate in strada senza mascherina.

“Chiediamo a tutti – sottolinea il sindaco, Tommaso Minervini – di essere responsabili. In questo momento storico chi mette in atto azioni in violazione delle regole, uso mascherine e distanziamento sociale e non evita assembramenti è un irresponsabile, un incivile che mette in pericolo la comunità e va severamente punito. Si diffidano i proprietari dei locali di concederli con o senza regolare contratto quali centri di aggregazione di giovani e spesso anche minori. Mai come in questo momento storico la libertà è responsabilità per il proprio bene e per il bene delle persone che si hanno vicino. Non ci piace reprimere ma di fronte a comportamenti spregiudicati abbiamo tutti il dovere di reagire a protezione di tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here