L’ultimo Dpcm con le norme restrittive anti coronavirus, quello che ha diviso l’Italia in zone rosse, arancioni e gialle, ha disposto la chiusura dei negozi non di generi alimentari situati all’intero nelle gallerie delle grandi aree commerciali durante i fine settimana. Stamattina a Casamassima, Spazio Conad ha rialzato la saracinesca.

La cosa non è passata inosservata, tanto è vero che sul posto sono arrivati il Comandate della Polizia Locale, Francesco Prigigallo, seguito da alcuni agenti, e il primo cittadino, Giuseppe Nitti. A quanto ci risulta, diversamente da quanto avvenuto nei mesi del lockdown, stavolta l’accesso ai reparti non alimentari non era stato inibito coi nastri e cordoni di separazione.

Carte alla mano, gli agenti hanno provveduto a stilare i relativi verbali e a comminare la sanzione di 400 euro, unica prevista dal Dpcm. La cosa passa ora nelle mani del Prefetto, che provvederà nel caso alla eventuale sanzione accessoria della chiusura, che può arrivare fino a 5 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here