I requisiti specifici richiesti nel bando di concorso dell’Amtab erano stati ritenuti illegittimi anche dai sindacati. Sulla stessa linea c’è uno dei concorsisti che, nonostante anni di lavoro in Amtab e una precedente esperienza nell’ATM Milano, è stato classificato come non idoneo per non avere tra i requisiti l’esperienza di un anno da impiegato in aziende del trasporto pubblico locale.

Virgilio non ci sta e ha deciso di scrivere una lettera di denuncia sulla pagina facebook del sindaco di Bari, Antonio Decaro, visto che, come è noto, la municipalizzata del trasporto pubblico è gestita in house dal comune di Bari.

“Le scrivo da Cerignola, città che ha dato i natali a molti personaggi illustri della nostra società, in primis il sindacalista Giuseppe Divittorio, noto per aver dato vita a quello che oggi è il più grande sindacato in Italia, e cioè la CGIL. Egli ha combattuto, a rischio della propria vita per la conquista di diritti e dignità per i lavoratori.

Attualmente lavoro in AMTAB S.p.A. Azienda come ben sa la cui proprietà è del comune di Bari, con la mansione di conducente di linea. Ho lavorato precedentemente dal 2007 in ATM Milano, con la stessa mansione, sono ritornato nella mia amata Puglia, ma è come essere ritornato nel medioevo.

Da Giugno 2015 ,avendo superato un bando di concorso nel 2009 sono in pianta stabile in AMTAB come Operatore di Esercizio. Qualche giorno fa ho avuto mio malgrado comunicazione, come ben sapevo, di non essere stato ammesso al concorso pubblico per collaboratore di ufficio in AMTAB S.p.A. perché non ho il requisito di almeno un anno di esperienza da impiegato in aziende di Trasporto pubblico locale.

Allora mi chiedo, e soprattutto le chiedo, come possa un dipendente della sopracitata Azienda di Tpl , parlo del sottoscritto, diplomato in informatica con qualifica di capotecnico, con non poca esperienza in materia di Tpl, non essere idoneo alla selezione, solo perché è stato inserito nel bando il requisito minimo di un anno di esperienza da impiegato, contestato tenacemente da tutti i sindacati.

Le figure ricercate potevano essere ricoperte dal personale già in forza all’Azienda, senza ricorrere ad una selezione esterna.

In conclusione, signor Sindaco, volevo esprimere tutto il mio rammarico per il silenzio e la sordità di questa amministrazione sulla vicenda del bando di concorso AMTAB S.p.A.
La invito da buon Cerignolano a non deporre più la corona di fiori al monumento di Giuseppe Divittorio nella ricorrenza del primo Maggio.

Divittorio non avrebbe condiviso il suo silenzio e la sua indifferenza. In aggiunta, sicuramente, se fosse stato in vita un altro mio concittadino, mi riferisco a Pinuccio Tatarella, non avrebbe permesso tutto ciò.

Mi auguro, un suo intervento in corso d’opera e rimedi subito annullando il bando di collaboratore di ufficio. Se lei vorrà, sono a sua disposizione per un incontro chiarificatore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here