Un motociclista gravinese di 53 anni si è schiantato contro un trattore sulla provinciale 201, che collega Gravina a Picciano, in direzione Matera. L’urto, avvenuto intorno alle 9.30, è stato inevitabile e violentissimo. L’uomo è sbalzato sull’asfalto, rimediando diverse ferite.

Sul posto è giunto l’equipaggio medicalizzato di Gravina, che ha stabilizzato il paziente, decidendo di evitare il passaggio al Perinei, sprovvisto della neurochirurgia e lo ha centralizzato al Policlinico di Bari in codice rosso. Scelta ponderata più volte dal medico a bordo, che insieme al suo equipaggio ha scelto di percorrere 70 chilometri in più per assicurare più chances al motociclista in gravi condizioni.

Giunti al nosocomio barese l’uomo è stato sottoposto a una tac, che ha evidenziato diverse fratture secondarie, infrazioni della base cranica ed emorragia subaracnoidea. Secondo quanto siamo riusciti ad apprendere, al momento il paziente è stabile e in osservazione seppur in prognosi riservata.

La Murgia barese rimane ancora gravemente penalizzata per l’assenza di un trauma center e per le distanze da percorrere con pazienti politraumatizzati gravi e la scopertura del territorio per ore di un’ambulanza di rianimazione del 118 di così cruciale importanza in quel territorio. Sono infatti state necessarie alcune ore prima che l’equipaggio del 118 riuscisse a sbarellare il ferito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here